Comuni

Palma Campania, Bun Bun aspetta il suo padrone

Palma Campania, 3 Settembre – Ricordate il cartone animato giapponese Bun Bun (titolo originale, cambiato in Bum Bum nell’edizione italiana) che andava in onda su Italia 1 intorno alla metà degli anni ’80? La sigla cantata da Cristina D’Avena aveva un motivetto molto orecchiabile. Il protagonista dell’anime era un cucciolo di cane, bianco, di razza dogo argentino. Cercava la sua mamma, da cui una serie di circostanze lo aveva separato. Il cagnolino viveva una serie di peripezie ed era in compagnia di altri due, uno schnauzer e un cane da caccia adulti, che conoscevano la vita, mentre lui ancora piccolo, ma giù furbetto, vi si affacciava. Le avventure del terzetto erano sempre a lieto fine, eppure gli spettatori a ogni episodio stavano col fiato sospeso.

Potrebbe, invece, non essere a lieto fine la storia del cagnolino bianco senza nome che da circa un mese si aggira per le strade di Palma Campania, anzi per essere più precisi, dopo aver vagato per un po’, alla fine ha deciso di accamparsi nella zona della rotonda spartitraffico di via Nola, tra auto e mezzi pesanti in transito e in manovra.

La presenza del tenero quadrupede non è passata inosservata, anzi, come da regolamento, si è tentato di aiutarlo e i vigili, solerti, hanno provato  a metterlo in sicurezza. Niente da fare… non ci sono riusciti. Il cane passa e spassa tra le auto ed è ormai entrato nel cuore dei palmesi. Non l’hanno convinto neanche i volontari dell’associazione Nerone e friends, che di salvataggi ne hanno fatti tanti. Niente di nuovo nemmeno quando a provarci sono stati  alcuni cittadini di buon cuore, desiderosi sottrarre il cagnolino a un tragico destino, che realisticamente potrebbe essere in agguato (se dovesse finire sotto le ruote di un veicolo, tra l’altro, il piccolo rischierebbe di causare un incidente).

Il cucciolo non vuol saperne di farsi aiutare: è uno spirito libero, indipendente, o forse è semplicemente timoroso dell’uomo. Qualcuno ipotizza che attenda caparbiamente un fantomatico padrone che lo avrebbe abbandonato prima di partire per le vacanze. Altri, invece, pensano che  si sia semplicemente perso e abbia vagato per le strade per poi trovarsi bene in via Nola, dove ci sono esercizi commerciali gestiti da persone di buon cuore che ogni giorno gli assicurano acqua e cibo.

Scriviamo quest’articolo sperando che la verità stia nel mezzo, che magari tra i nostri lettori ci sia proprio il padrone che ha perso il cagnolino della rotonda. Chi, infatti, abbandonerebbe un amico  a quattro zampe simpatico e fedele nel bel mezzo di una strada trafficata e pericolosa?

Se poi qualche lettore volesse adottarlo, va bene lo stesso. Bisogna solo convincere il cane che un nuovo padrone sarà più affidabile del primo. Ed è ormai un mese che nessuno ci riesce!

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print