Palma Campania, blitz della Polizia Municipale: chiusa un’attività alimentare gestita da bangladese

Palma Campania, 10 Aprile – Un esercizio alimentare, nel pieno centro storico di Palma Campania, la cui attività è stata sospesa in seguito ad un blitz della Polizia Municipale. Gli uomini guidati dal Comandante Antonio Grassi, nella centralissima via Roma, hanno comminato sanzioni penali ed amministrative al titolare, un cittadino proveniente dal Bangladesh. Nello specifico, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato disposto il sequestro penale di 80 kg di prodotti ittici, 11 di uova e 4 buste contenenti parti di pollo. Prodotti alimentari disponibili per la vendita senza alcuna tracciabilità, dichiarati dal Medico Veterinario dell’ASL Napoli 3 Sud, anch’egli intervenuto, non idonei al consumo umano.

Inoltre, sono stati sequestrati amministrativamente per la successiva confisca e distruzione 133 prodotti alimentari la cui scadenza di validità risaliva addirittura al giugno 2017, nonché privi di etichettatura in lingua italiana. Il titolare dell’esercizio commerciale è stato deferito alla Procura della Repubblica di Nola per il reato di cui all’art. 444 del codice penale, nonché sanzionato amministrativamente con la sospensione dell’attività commerciale oltre a diverse sanzioni amministrative per oltre 6000 euro.

«Un altro bel colpo – afferma soddisfatto il Sindaco Donnarumma – messo a segno in collaborazione tra Suap e Polizia Municipale contro il fenomeno dell’immigrazione incontrollata. Stiamo forse lentamente, ma di sicuro incessantemente, scovando ogni forma di illegalità legata non solo al sovraffollamento abitativo, ma anche al contrasto degli illeciti commessi in ambito commerciale e alle strettamente connesse problematiche igienico-sanitarie. Una lotta dura e ancora molto lunga, ma che stiamo combattendo senza sosta. Il rilancio dell’economia palmese resterà utopia se non si garantirà un efficace controllo sul territorio di tutte le attività con conseguente chiusura di quelle non in regola. Ancora una volta voglio ringraziare la Polizia Municipale, con il Comandante Antonio Grassi ed il responsabile del Suap, ing. Salvatore Raia, che anche in questa circostanza hanno svolto un egregio lavoro a presidio della legalità. Un concetto che, finalmente, anche a Palma Campania sta tornando di moda con buona pace dei troppi speculatori che hanno pensato bene di arricchirsi approfittando del fenomeno immigrazione. Il blitz di ieri è l’ennesimo segnale forte e chiaro: violare la legge oggi comporta delle conseguenze non solo ben precise, ma anche certe. Nessuno pensi di farla franca…».