Comuni

Palma Campania, alla “De Curtis” si parla di “Ambiente e riciclo dei rifiuti”

Palma Campania, 5 Aprile – Il convegno del 1° I.C. A. De Curtis “Ambiente e riciclo dei rifiuti”, fortemente voluto dalla presidente Gabriella Rega e dalla componente genitori del Consiglio d’Istituto è stato organizzato in due date, il 4 aprile per gli alunni del primo ciclo del plesso Capoluogo e del plesso  Vico,  l’11 per il secondo ciclo del  plesso Capoluogo e per il plesso di  Carbonara di Nola.

La finalità del convegno, volta ad illustrare agli alunni le problematiche ambientali non solo del territorio campano, risulta di fondamentale rilevanza, così come ha esordito il preside della scuola Francesco Furino nel saluto iniziale elogiandone l’iniziativa come avvio per i prossimi convegni.

La presidente Gabriella Rega, dopo aver presentato la componente genitori del Consiglio d’Istituto presente al convegno, Luca De Risi, Marcella Rastelli, Egidia Del Genio, Nello Nunziata, consigliere comunale, delegato all’Ecologia e Sepe  Carmine  Vincenzo rappresentante di Lega ambiente ed ispettore delle Guardie ambientali,  la parola è stata data subito all’ingegnere Claudio Testera, relatore del convegno esperto di Ambiente.

 Testera, impegnato in prima linea attivamente sul nostro territorio da sempre, presente nelle scuole con particolari tematiche ambientali per una forma di cultura più responsabile. Promotore della raccolta differenziata per l’emergenza rifiuti in Campania e nel nostro paese, ha agito attivamente con formazioni, informazioni, impegno costante e positivo con il Comune che   ha seguito le sue proposte e le ha messe in atto, con l’obiettivo di proteggere e di conservare i luoghi naturali in cui viviamo. Tanto è stato fatto “Per una Palma più pulita”. Tanto c’è da fare con i giovanissimi studenti di oggi e i cittadini di domani, affinché il loro futuro possa essere sempre degno di essere vissuto.  Occorre perseverare.

L’ingegnere ha messo in luce, con una comunicazione appropriata al pubblico dei bambini, molto attenti alle sue parole, il modo di rapportarsi con la natura e il territorio in generale.

L’essere umano pensa di poter dominare la natura.  Quest’ultima invece presenta il conto in diversi modi:

  • Inquinamento ambientale diffuso.
  • Danni alla salute, in particolare nei confronti dei bambini e delle persone anziane.

 Attraverso immagini e un filmato accattivanti, i bambini hanno visionato come la natura abbia in sé caratteristiche tali da essere in grado di sanare i danni provocati dagli esseri umani, nonché come certi luoghi conservino la loro bellezza naturale quando il comportamento dell’uomo è rispettoso delle esigenze della natura stessa.

Altri aspetti tesi al rispetto dell’ambiente, come la realizzazione di una mobilità sostenibile sia necessaria per la nostra umanità oggi e ancor più per le generazioni future, sono stati presentati sempre in immagini e conversazioni.

In modo dettagliato è stato affrontato il problema della gestione razionale di ciò che chiamiamo rifiuti attraverso comportamenti finalizzati:

  • Alla riduzione dei rifiuti
  • Alla partecipazione al ciclo del riciclo
  • All’attivazione di luoghi in cui realizzare il riuso degli oggetti che a qualcuno non servono più ma di cui altri potrebbero avere bisogno.

Tante le domande e le risposte dei bambini. L’intento è quello di conservare il più a lungo possibile gli oggetti attraverso il riciclo e il riuso, in quanto le risorse naturali associate ai prodotti che utilizziamo nella nostra vita quotidiana non sono infinite o illimitate.

Sepe Carmine Vincenzo ha voluto ricordare ai presenti che bisogna amare ciò che ci circonda ed imparare a rispettarlo, salvaguardando il nostro paese e invitando i piccoli ascoltatori ad essere sceriffi dell’ambiente. “Il compito è proprio quello di denunciare le persone che non hanno un giusto comportamento nei riguardi dell’ambiente”.

-“Possiamo fare tanto per proteggere il mondo in cui viviamo e diventare buoni cittadini. Occorre perseverare” ha concluso Nello Nunziata, ringraziando di aver avuto la possibilità di essere a contatto con la scuola che è formativa e sensibile a problemi  che riguardano la salute e il benessere del cittadino.

E’ stato davvero un bel convegno, all’insegna di utili spunti che porterà i bambini a riflettere sul loro modo di rapportarsi con l’ambiente.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print