Comuni

Palma Campania, al Centro Sociale per anziani due incontri settimanali con la tradizionale “Tombolata”

Palma Campania, 18 Novembre –  Dieci simpaticissime diversamente giovani, intraprendenti ed arzille sessantenni e settantacinquenni del Centro Sociale per anziani di Palma Campania, aspettano con trepidazione ed ironia, l’appuntamento con la tradizionale “Tombolata”.  Due incontri settimanali, il Sabato e la Domenica dalle ore 17,00, organizzati per tutto il periodo natalizio, che hanno come obiettivo fondamentale, non solo il sano e coinvolgente divertimento, ma grazie alla socializzazione di tali incontri, produrre gli indispensabili benefici cognitivi, fondamentali in tale fascia d’età.

Con le cosiddette cartelle, usando riciclati bottoncini colorati, per coprire i numeri che man mano escono, socializzando e giocando, ma con la concentrazione sempre alta, si sperimenta la compresenza attiva di più persone sia nei giochi di società ma anche in quelli cosiddetti “solitari”. Durante la tombolata anche una piccola pausa: la gioia profonda di degustare, insieme,  ciambelle fritte cucinate con le proprie mani, ma anche l’indispensabile caffè.

Studi scientifici, confermano che una vita ricca di intensi rapporti sociali, mantiene attive le funzioni cognitive tanto da incorrere meno nel rischio di malattie neurodegenerative come per esempio il morbo di Alzheimer. Angela Manzi, Consigliere Comunale di Palma Campania, e Mimmo Rainone Vice Sindaco, con delega alle politiche sociali, hanno manifestato interesse e gioia nel trovare una sede provvisoria al gruppo delle simpatiche anziane signore, affinché possano divertirsi e vivere una vita piena e socialmente attiva. E’ auspicabile, a questo punto, che il periodo di incertezza riguardante la sede possa essere breve ed arrivare, finalmente, una definitiva dove poter pianificare le varie attività del Centro. “Sin da ora – dichiara il consigliere Angela Manzi – garantisco la mia disponibilità, qualora fosse necessario il mio intervento. Credo che tutto questo sia un nostro primario dovere, gli anziani – conclude Manzi – sono la nostra storia, vanno tutelati e soprattutto rispettati”.

Rosa Simonetti, Maria Luigia Nunziata, Carmela Prisco, Giovanna Cosenza, Maria Alfieri, Carmela Nunziata,Laura Simonetti, Vittoria Addeo, Giuseppina Amato e Concetta Carrozza, ringraziano le istituzioni comunali per la momentanea sistemazione, preziosa e stimolante opportunità per la loro esistenza.  

image_pdfimage_print

Vivo in un piccolo paese di provincia. Amo la natura, andare a cavallo e adoro suonare il pianoforte. Mi piace mettermi in gioco. Amo la vita e viverla per quanto mi è possibile. Il rispetto, per me, vale più di qualsiasi altra forma di sopravvivenza. La mia citazione preferita?