Sports

PALLAVOLO – Luvo Barattoli Arzano resta senza benzina e cade a Isernia

Europea 92 Isernia      3
Luvo Barattoli Arzano  2
(22-25; 20-25; 25-22; 25-14; 15-10)
Europea 92 Isernia: Guarino, Modestino 11, Ragone 3, Miotti 2, Carlozzi 16, Taddei, Alikaj, Delfino 13, Manzo, Boffa (L), Babatunde 16. Non entrate: Di Tella e Simeone. All. Montemurro
Luvo Barattoli Arzano: Campolo 18; Postiglione 10; Battaglia 2, Passante 8, Aquino 6, Coppola, Mautone 9, Guida (L), Bianco, Piscopo 1. Non entrate: Iorio e Putignano. All. Giandomenico
Arbitri: Paolo Benigni e Andrea Bonomo
Note. Durata set: 25′; 29′; 28′; 23′; 18′. Arzano: Battute sbagliate 12. Battute punto: 7. Muri: 12
Isernia: Battute sbagliate: 17, Battute punto 5: Muri: 13.

 

Isernia, 4 Novembre – La Luvo Barattoli Arzano ritorna da Isernia con un punto importante da aggiungere alla classifica e con il rammarico di aver finito la benzina sul più bello. In formazione rimaneggiata ed in vantaggio di 2 set a zero, il sestetto di Emiliano Giandomenico è calato alla distanza finendo col cedere progressivamente alle padrone di casa che si aggiudicano un quinto set praticamente senza storia.

Da segnalare la prima gara da titolare per Gina Mautone, la giovane leva ha chiuso il match con 9 punti all’attivo. Momenti di gloria anche per la schiacciatrice Rosaria Bianco, classe 2002, che ha avuto l’occasione per esordire nel campionato di B1. Prima volta in campo con la maglietta arzanese anche per la palleggiatrice Federica Battaglia (nella foto).

Parte di gran lena la Luvo Barattoli Arzano che non si lascia intimidire dalle padrone di casa e comincia a rispondere colpo su colpo. Ne viene fuori un set frizzante ed equilibrato. In evidenza la giovane Francesca Passante e l’altrettanto nuova leva Mautone.
L’Arzano passa a condurre per 20-21 nella fase calda ed arriva per primo a 25.

L’Isernia accusa il colpo. Entra in campo tardi nel secondo set e le ospiti ne approfittano per prendere un largo vantaggio.
Nunzia Campolo va a bersaglio 10 volte. Chiude un errore in battuta delle molisane: 20-25.
Isernia accorcia le distanze alla fine del terzo set. Accelera nella fase calda e realizza il punto della vittoria con la stessa battuta sbagliata che costata la caduta nel secondo.

Gli ultimi due set sono di chiara marca molisana. Ottenuto agevolmente il pareggio al termine di un quarto set praticamente senza storia (25-14), Babatunde e compagne partono a raffica anche nel quinto set (4-0). Accusato il colpo, Giandomenico blocca il gioco in quanto c’è ancora tempo per rimediare. Arriva qualche punticino, troppo poco però per sperare nell’ultimo colpo di coda. L’Isernia chiude sul 15-10 e tira un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo.

image_pdfimage_print