Comuni

Ospedale del Mare. Sospetta violenza su una donna, un congiunto sfascia il Pronto Soccorso

Borrelli (Verdi): “Il soggetto è stato denunciato, merita una punizione severissima. Servono presidi di polizia fissi negli ospedali, violenza fuori controllo. Auspichiamo sia fatta chiarezza su cosa è accaduto alla paziente prima dell’arrivo in ospedale”

Napoli, 31 Ottobre – “Un uomo è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio dopo aver sfasciato il Pronto Soccorso dell’Ospedale del Mare. Aveva accompagnato una donna con frattura del setto nasale e una ferita al cuoio capelluto. Ai medici avevano riferito di una caduta accidentale ma i medici, dinanzi all’insistenza del soggetto, che continuava a chiedere delle condizioni dell’addome, si sono insospettiti, ipotizzando un episodio di violenza. L’insistenza del soggetto, congiunto della paziente, è sfociata in violenza. L’energumeno ha sfasciato tutto quello che gli è capitato a tiro. Purtroppo ancora una volta ci ritroviamo a commentare degli episodi del genere. Torniamo a ribadire la necessità di istituire presidi di polizia fissi negli ospedali. Una richiesta che finora non è stata accolta da prefetto e questura”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli commentando la notizia diffusa dall’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate”. “Questo episodio – prosegue Borrelli – è la novantunesima aggressione del 2019 secondo la statistica dell’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate”. Bisogna mettere un freno all’ondata di violenza che sta investendo le strutture sanitarie. Per questa ragione auspichiamo pene severissime, in primis per il protagonista di questa vicenda. Auspichiamo che sia fatta chiarezza anche su cosa è accaduto alla paziente prima dell’arrivo in ospedale”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa