Comuni

Nola, Solennità di San Felice vescovo e martire: anche il Museo diocesano è in festa

Nola, 14 Novembre – Il Museo Diocesano di Nola, che ha sede nel Palazzo della Curia Vescovile, riserva sempre belle sorprese. Come ogni anno, in occasione della solennità di San Felice vescovo e martire, il museo resterà aperto grazie all’associazione culturale Meridies, che in collaborazione con l’Ufficio Beni Culturali diocesano, accoglierà con competenza coloro che vorranno abbinare al momento di preghiera in chiesa e alla processione per le strade della città il percorso museale, che include, tra le altre opere, quelle che rappresentano l’iconografia del santo patrono Felice.

Tra i tesori del Museo diocesano di Nola ve ne sono infatti diversi che raffigurano il santo: una miniatura del breviario del XIV secolo (il codice è ricco di illustrazioni e capilettera istoriati), una tavola del polittico cinquecentesco di Andrea Sabatini da Salerno, la statua lignea secentesca, un tempo collocata in cattedrale, il busto argenteo del XVIII secolo, opera dell’artista napoletano Giacinto Buonacquisto. Sarà inoltre possibile ammirare per la prima volta a Nola una scultura lignea quattrocentesca proveniente dalla parrocchia di San Michele Arcangelo di Ottaviano, testimonianza della diffusione e della devozione al santo martire Felice in molti paesi della diocesi (ricordiamo, a tal proposito, anche gli affreschi medievali della chiesa di Santa Maria Assunta di Pernosano, frazione di Pago del Vallo di Lauro, dove su una delle pareti absidali sono raffigurati i santi vescovi Felice, Massimo e Paolino).

In un primo momento era stata prevista anche la presenza di uno dei fiori all’occhiello del Museo diocesano, la Santa Lucia realizzata per il territorio nolano, nel XV secolo, dal pittore portoghese Álvaro Pirez. Il dipinto, un tempo conservato nella chiesa di Santa Lucia a Castel Cicala, è stato recentemente restaurato a cura del Laboratori di restauro dell’Università Suor Orsola Benincasa e quindi esposto a Matera in occasione della mostra Il Rinascimento visto da Sud, che ha avuto molti consensi da parte della critica. Di ritorno da Matera, la tavola nolana del Pirez si trovava al Museo diocesano di Nola in attesa di essere prelevata dagli esperti un nuovo importante trasferimento: sarà esposta a Lisbona, accanto ad altri capolavori. Le operazioni d’imballaggio eseguite per conto del MIBACT sono state però anticipate per motivi organizzativi e logistici. In ogni caso chi visiterà il museo nolano in queste giornate di festa non resterà certo deluso.

Contenta per le novità in essere, la direttrice del museo dott.ssa Antonia Solpietro, sottolinea che è per tutti una gioia che la Santa Lucia dell’artista Alvaro Pirez sia così richiesta per mostre di respiro europeo. “Dopo il grande successo riscosso a Matera, l’opera nolana rappresenterà l’Italia Meridionale alla mostra Primi Lumi: Álvaro Pires and the early fifteenth-century Tuscan Painting, che si terrà a Lisbona presso il Museo Nazionale di Arte Antica. Avremmo voluto mostrarvi la Santa Lucia in tutta la sua bellezza prima di questo nuovo viaggio, ma lo faremo sicuramente in seguito. Intanto, in occasione della Festività di San Felice, l’associazione Meridies e l’ufficio beni culturali della diocesi di Nola vi mostreranno un inedito San Felice del Quattrocento. I tesori della diocesi sono tanti e non finiscono mai di offrire nuovi spunti di ricerca e di conoscenza”.

Questi gli orari di apertura del Museo diocesano: 14 novembre dalle 18.00 alle 21.30, con ingresso dalla cattedrale e visita guidata alle ore 20.00; il 15 novembre dalle 18.00 alle 21.30, con visita guidata per i bambini alle 18.00 e per gli adulti alle 20.00.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa