Comuni

Nola, da Casolaro i giovani chef sognano con le giacche bianche

STUDENTI DA TUTTA ITALIA A NOLA CON GAETANO DAVIDE ED AUGUSTA LONGONE

 

Nola, 7 Novembre – Una valida chance per i giovani di oggi? Senza dubbio la ristorazione. Ne sono certi i professionisti della Rassegna delle Giacche Bianche, la manifestazione non competitiva ospitata ed organizzata per il terzo anno di seguito da F.lli Casolaro nella sede del Cis di Nola. 

Qui, accanto a chef professionisti e campioni internazionali di categoria, ieri si sono dati appuntamento anche tanti giovanissimi afferenti a diversi istituti alberghieri di tutta Italia, arrivati a Nola per imparare i primi trucchi del mestiere dai loro maestri. 

E’ il caso dei ragazzi del Tognazzi di Velletri e di Pollena Trocchia, del Petronio di Pozzuoli, del Cavalcanti di Napoli, del Duca di Buon Vicino di Capodichino, del Vittorio Veneto di Secondigliano, del Cesare Brescia di Pompei e del Galileo Galilei di Nola.

Tra questi, quindi, anche studenti provenienti da territori spesso disagiati, per i quali il mondo del food diventa fortunatamente un’isola felice in cui trovare gratificazione e lavoro. “Per questi giovani – ha spiegato infatti il docente Alfonso Lanza – il mondo della ristorazione rappresenta una valida opportunità, un trampolino di lancio per venir fuori da un contesto poco felice. E partecipare a manifestazioni non competitive, che stimolino il confronto e non la rivalità, è molto importante”.

Un sogno che si realizza è, del resto, quello di Augusta Longone, fondatrice della prima cupcakeria d’Italia ed oggi richiestissima in tutto il mondo: da semplice appassionata di cucina oggi con la sua Pasticcia ha migliaia di followers e spedisce i suoi dolci in tutta Europa.

“L’importante è credere sempre in se stessi – ha raccontato Augusta – con tanta pazienza e tanta caparbietà. Dieci anni fa a Londra ho scoperto i cupcakes ed ho deciso di farli anch’io, oggi ho la mia cupcakeria e per me ogni giorno è una grande emozione: è il mio sogno che si è realizzato”. 

Insomma, il futuro di tanti giovani potrebbe passare per la cucina? Probabilmente si, soprattutto se sono quelle dei banchetti come quelli nuziali. Parola di Davide Gaetano, protagonista del reality “Il Castello delle Cerimonie”in onda su Real Time. 

“Il food ha sempre una marcia in più – ha spiegato Gaetano – per questo ai giovani dico: impara, impara e impara perché non si finisce mai di imparare. Ma bisogna farlo professionalmente, osservando il lavoro dei più anziani. Il futuro è nella ristorazione, negli eventi e nei banchetti”. 

Un’opportunità di crescita insomma non solo per chi ci lavora già ma anche per chi inizia il suo percorso, e che potrà tornare a confrontarsi con colleghi a maestri anche l’anno prossimo: sulla scia del successo di questa terza edizione, la famiglia Casolaro infatti ha già annunciato le date della prossima edizione della Rassegna delle Giacche Bianche: 12, 13 e 14 ottobre 2020, tre giorni da appuntare fin d’ora nell’agenda dei più appassionati.  

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa