Comuni

Nola, Consiglio Comunale approva dissesto finanziario

Nola, 27 Agosto – Nola, una città coinvolta nella procedura che ha gravi ripercussioni per imprese creditrici, dipendenti e cittadini. Il giorno 26 agosto, il Consiglio Comunale ha votato in maggioranza la delibera che afferma la non sussistenza dell’equilibrio di bilancio con 8 voti contrari, 15 favorevoli, mentre il consigliere Tudisco si è astenuto, assente il consigliere Lucianna Napolitano.

Conseguentemente è stata votata la richiesta di dissesto, approvata con maggioranza anche in questo caso 15 voti favorevoli, 8 contrari, Tudisco ha abbandonato l’aula dopo la sua intenzione di voto. Votazione favorevole anche per l’esternalizzazione della riscossione coatta dei tributi ad un’azienda tramite gara pubblica. È chiaro a tutti come un comune in dissesto, pur se non sciolto o decaduto, dovrà fare i conti con una severa critica politica, anche considerando le responsabilità delle amministrazioni precedenti, i cui consiglieri siedono oggi negli scranni della nuova amministrazione.

All’indomani del consiglio comunale, apprendiamo dalla pagina Facebook del presidente del consiglio Rino Barone le sue dimissioni : “Amici, per sopraggiunti motivi personali e lavorativi, ho rassegnato le mie dimissioni dalla carica di Presidente del Consiglio Comunale. Continua, ovviamente, il mio impegno politico al servizio della nostra comunità e della mia Città, non necessariamente collegato a cariche istituzionali o di gestione. Un abbraccio a tutti, vi voglio bene”.

Anche i cittadini vi vogliono bene ma se la politica è la forma più alta della carità, per riprendere le parole di Paolo VI, questo servizio va svolto assumendosi appieno le responsabilità di quanto affidato alla sua cura, premurandosi di non far ricadere sui figli le colpe dei padri. Lasciare il mondo  migliore di come lo si è trovato dovrebbe essere il primo principio dell’agire politico.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa