Comuni

Nola Città dei Gigli, tempo di programmazione per la nuova stagione sportiva

Nola, 27 GiugnoA poche settimane dalla conquista della Serie B2 femminile e del Secondo Posto Nazionale nel Campionato di Sitting Volley, è tempo di programmazione per la nuova stagione sportiva. Il saluto grato e colmo di affetto del Presidente Chiacchiaro per coach Luciano della Volpe e per Elena Drozina “E’ stato un onore averli al nostro fianco: fortunate le società che potranno godere di tanta professionalità e serietà”

La stagione sportiva appena conclusa resterà impressa nella storia dei tifosi e dei dirigenti del Nola Città dei Gigli come una sequenza lunghissima di vittorie, successi, soddisfazioni e gli importanti traguardi raggiunti non consentono alla società nolana di adagiarsi sugli allori un minuto di più: vanno gettate le basi per una nuova, ancora più ambiziosa stagione sportiva 2018/2019.

Se per le vincenti atlete della SerieC femminile la conquista della SerieB2 si traduce in un meritato riposo, per la società sono queste le settimane di maggior fibrillazione ed impegno volte a gettare le basi per una nuova, impegnativa stagione sportiva.

E mentre restano ancora non definite le imprescindibili partnership tra la società e le realtà imprenditoriali che vorranno sposare il progetto di un campionato nazionale, il Nola Città dei Gigli, per il tramite del Presidente Elvezia Chiacchiaro, ringrazia e saluta due dei protagonisti principali di questa stagione sportiva: coach Luciano Della Volpe e la palleggiatrice Elena Drozina.

Sapevamo ancora prima che partisse la preparazione atletica di aver trovato lungo il nostro cammino due professionisti seri, preparati, vincenti ma soprattutto innamorati della pallavolo – esordisce la professoressa Chiacchiaro – Luciano della Volpe ed Elena Drozina hanno contribuito in prima persona a condurre una stagione sportiva gloriosa, regalando a questa società e ai tifosi nolani divertimento e tantissime emozioni.

Le nostre strade si dividono in amicizia e rispetto – conclude il Presidente – e nell’augurare loro ogni fortuna, umana, sportiva e professionale, mi piace pensare che il sentimento di affetto che società e tifosi nutrono nei loro confronti, restino con Luciano ed Elena e che possano pensare ai mesi trascorsi a Nola con la stessa serenità con la quale li ricorderemo noi. Fortunate le società che potranno godere di tanta professionalità e serietà.

image_pdfimage_print