Sports

Nola Città dei Gigli e la storia del volley nolano, SNIE come Main Sponsor: un binomio perfetto

Trovato l’accordo tra l’azienda leader nella distribuzione di energia elettrica e il Nola Città dei Gigli

La storia d’amore per la pallavolo si ripete: in B2 femminile scenderà in campo la SNIE Nola

La presidentessa Elvezia Chiacchiaro: “Con la SNIE della famiglia De Falco possiamo sognare”   

 

Nola, 20 Settembre – Il Nola Città dei Gigli è lieto di annunciare il suo nuovo Main Sponsor. L’azienda leader nella distribuzione di energia elettrica e con sede a Nola, SNIE spa, accompagnerà tutta l’attività agonistica della società nolana nella stagione 2018/2019. Torna dunque il binomio SNIE-Volley femminile che ha di fatto rappresentato per oltre 30 anni la storia della pallavolo a Nola. Una passione che affonda le sue radici negli anni ’80 che ora si ripropone nuovamente a sostegno del Nola Città dei Gigli grazie alla passione della famiglia De Falco grazie alla quale il Nola Città dei Gigli potrà programmare con ulteriore tranquillità l’anno da esordiente in B2 femminile.

“Non ci sono parole per esprimere la gioia e la soddisfazione che tutta l’organizzazione sta assaporando per questo storico accordo – ha esordito la presidentessa del Nola Città dei Gigli, Elvezia Chiacchiaro – con la famiglia De Falco al nostro fianco saremo ancor più forti e pronti ad affrontare le sfide di questa nuova stagione. La SNIE è da sempre un’azienda che ama la pallavolo e che ha scritto la storia del volley nolano portando più volte squadre femminili e maschili in ambito nazionale. Siamo fieri, entusiasti ed ora ancor più motivati perché questo accordo ci caricherà e ci farà dare ancora di più sotto ogni punto di vista.
Le ragazze devono sapere che la SNIE Nola Città dei Gigli non è semplicemente una squadra ma è un marchio sinonimo di qualità, progettualità e passione. Quest’anno abbiamo aperto un capitolo nuovo che credo con sempre maggior forza, potrà proiettare la pallavolo nolana in un nuovo periodo vincente. Grazie SNIE, grazie all’ingegner De Falco – ha concluso Elvezia Chiacchiaro – grazie per aver creduto nel nostro progetto”.     
image_pdfimage_print