Attualita'

New York, 11Settembre 2001: anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle

Napoli, 11 Settembre – L’11 settembre di diciotto anni fa, gli attentati terroristici di New York hanno cambiato la vita a milioni di persone. Ogni newyorkese ha la sua versione della storia. Un personale codice di accesso al dolore, un fermo immagine che divide la vita in due: prima e dopo. Per Linda Mauer, quell’immagine è lei che cammina per strada nella più limpida delle mattine di settembre.

Passa davanti a una vetrina, si specchia, poi sente un botto: lo sguardo si solleva e il film della vita si inceppa tra i suoi abiti leggeri riflessi sul vetro e il fotogramma della torre nord del World trade center che brucia come un fiammifero. Sua sorella Jill lavorava lì. «Sono corsa a casa ad aspettare la sua telefonata, per sentirmi dire: sto bene. Ma quella telefonata non è mai arrivata», racconta. Ha appena finito di correre la maratona in ricordo delle vittime, con il nome di Jill scritto sul pettorale. «Cerco di spingere questa cosa in fondo alla coscienza, ma il pensiero torna sempre là». La ferita aperta nel fianco di Manhattan, invece, dopo 18 anni sembra chiusa: sulle macerie di Ground Zero, oggi sorgono il memoriale (due vasche scavate sul perimetro delle torri, con i nomi delle vittime incisi nel marmo) e il museo dedicato al ricordo dell’11 settembre; il vuoto aperto nello skyline è colmato dai 541 metri del One World Trade Center. La città va avanti, perché il futuro non aspetta.ensiero torna sempre là».

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale, in occasione dell’anniversario degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001, l’Ambasciatore degli Stati Uniti d’America, Lewis Michael Eisenberg.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print