Politica

Napoli,weekend di follia: dossier dei Verdi

Francesco Emilio Borrelli:”Parcheggiatori scatenati a Coroglio, strade bloccate dai fuochi di artificio fino a tarda notte e fujenti fuori controllo. Abbiamo trasmesso tutti i reperti in nostro possesso alla Procura della Repubblica”.

 

Napoli, 29 Aprile – “Siamo stufi dei fenomeni di illegalità che infestano Napoli e provincia. Nell’ultimo weekend la situazione si è rivelata folle. Oramai l’inciviltà è fuori controllo. Tra le nostre testimonianze e le segnalazioni che ci sono pervenute abbiamo raccolto un numero esponenziale di episodi che abbiamo racchiuso in un dossier che abbiamo presentato alla Procura della Repubblica”.

Lo annuncia il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “A Bagnoli i parcheggiatori abusivi hanno incassato centinaia di migliaia di euro durante il weekend, arrecando gravi disagi alla cittadinanza. Via Coroglio è diventata un parcheggio, con le auto sistemate in sosta vietata ambo i lati della strada. Un vero e proprio imbuto che ha generato gravi problemi alla circolazione. Il fenomeno è stato trasversale lungo l’arco delle giornate. I parcheggiatori sono stati presenti per 24 ore al giorno, trasformando l’area in un inferno. Non è andata meglio ai residenti di via Giambattista Marino a Fuorigrotta e via Alessandro Volta che hanno dovuto fare i conti con i fuochi di artificio durante le ore notturne.

A Fuorigrotta la strada è stata addirittura bloccata con i motorini per permettere agli incivili di dare fuoco alle polveri in concomitanza del passaggio di una processione. Lungo la litoranea i fuochi sono stati esplosi all’interno della corsia preferenziale, provocando lo stop del traffico a causa della successiva caduta sulla sede stradale. L’ennesima pagina nera è stata scritta in provincia dove è andata in scena la assurda e barbara abitudine di alcune paranze legate al movimento dei fujenti che, dopo aver montato casse e amplificatori su dei camion, sono andate i giro a irradiare musica a tutto volume, rendendo infernale il weekend dei residenti. In altri casi i “devoti” hanno inopinatamente chiuso al traffico delle arterie per muoversi in processione”.

“Un intervento massivo delle forze dell’ordine – prosegue Borrelli – non è procrastinabile. Occorre una durissima risposta dello stato alla deriva di inciviltà e delinquenza che sta investendo Napoli e provincia. L’approssimarsi della stagione estiva non fa altro che peggiorare la situazione con i fenomeni censurabili che si andranno via via moltiplicando. E’ necessario porre un limite prima che l’intera area si trasformi in un’enorme babilonia dove tutto è permesso”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print