Politica

Napoli, Whirlpool annuncia la cessione del ramo d’azienda del sito

Verdi: “Grave che si penalizzi sistematicamente il Mezzogiorno, accordi di ottobre disattesi dall’azienda. Chiediamo intervento del Mise. Stanno desertificando il sud”

 

Napoli, 31 Maggio – “Troviamo molto grave che si continui a penalizzare sistematicamente il Mezzogiorno per quanto riguarda la produzione industriale. La decisione di Whirlpool di cedere il ramo d’azienda relativo al sito di Napoli, rappresenta un ennesimo schiaffo ad un territorio che, troppo spesso, è stato arbitrariamente e ingiustamente escluso dai piani di rilancio delle aziende che hanno preferito investire altrove. L’azienda, tra l’altro, ha disatteso l’accordo di ottobre dove annunciava investimenti per circa 17 milioni di euro e la produzione di lavatrici di alta gamma. In un tessuto economico che più di altri ha bisogno di presidi industriali di livello siamo particolarmente amareggiati a causa di tale atteggiamento”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“A questo punto è necessario un intervento del ministero dello Sviluppo Economico. Non è accettabile che l’azienda si rimangi quanto promesso non più tardi di sette mesi fa. Speriamo che, almeno in questo caso, il Governo si dimostri attento alle vicende del Mezzogiorno e spenda tutte le proprie energie per convincere la multinazionale a rivedere il suo piano industriale. Di questo passo stanno desertificando il sud”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print