Comuni

Napoli, Vomero: continua l’odissea delle scale im…mobili

 

Mentre riapre quella di via Morghen si ferma quella di via Cimarosa

 

 

Napoli, 8 Giugno – “Finalmente, dopo essere state ferme per ben tre mesi le scale mobili di via Morghen hanno ripreso a funzionare – annuncia Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni sta conducendo delle vere e proprie battaglie per comprendere i motivi per i quali almeno una delle tre scale mobili del sistema intermodale di collegamento tra le funicolari e il metrò collinare funziona a singhiozzo -. Ritardi che oltre che dai lavori di adeguamento previsti dalla norme vigenti, sono dipesi anche dalla necessità di conseguire il nulla osta dell’USTIF, l’ ufficio speciale trasporti a impianti fissi al quale è demandata la vigilanza sulla sicurezza di esercizio dei trasporti anche di questo tipo d’impianti “.

“Ma non è finita qui – aggiunge amareggiato Capodanno –. Mentre riprendevano a funzionare le scale di via Morghen, si fermavano quelle poste in via Cimarosa, accanto alla stazione superiore della funicolare Centrale. L’assurdità è che i cancelli, sia a monte che a valle della scala mobile, risultano aperti mentre le scale invece sono ferme e nessuno interviene per ripristinarne il funzionamento “.

“In realtà queste situazioni di fermo ricorrono con estrema frequenza – puntualizza  Capodanno -. Dopo l’inaugurazione avvenuta, in pompa magna, il 16 ottobre del 2002, a seguito di lavori durati circa due anni, con una spesa di circa quattro miliardi delle vecchie lire, per il sistema intermodale di collegamento tra le funicolari e la stazione del metrò collinare di piazza Vanvitelli, costituito da tre scale mobili, due tra via Morghen e via Scarlatti e una in via Cimarosa, si sono verificate tantissime circostanze nelle quali, almeno una delle tre rampe, è stata posta fuori servizio, anche per periodo di tempo abbastanza lunghi. Al punto che sono state ironicamente ribattezzate le “scale im…mobili” “.

 Capodanno invita, ancora una volta, gli uffici competenti a intervenire per restituire, in tempi rapidi, alla piena fruizione dei cittadini il fondamentale impianto di risalita, attualmente fermo. Con l’occasione lo stesso Capodanno sollecita provvedimenti atti a mantenere in attività le tre scale mobili in questione per l’intera giornata e non solo negli orari di funzionamento delle funicolari, come avviene attualmente.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print