Comuni

Napoli, venditori di fave e carciofi arrostiti in strada: merce cotta su fornelletti sporchi o esposta nel bagagliai delle automobili

Verdi: “Gravi violazioni delle norme sull’igiene, rischi concreti per la salute pubblica. Chiediamo maggiori controlli della polizia municipale”

 

Napoli, 17 Aprile – “Siamo estremamente preoccupati dalla presenza di venditori abusivi di carciofi arrostiti o fave in strada. La merce venduta viene cotta su fornelletti sporchi o esposta nei bagagliai delle automobili. La commercializzazione avviene sul ciglio delle strade con l’ovvia esposizione dei prodotti allo smog generato dal passaggio delle automobili. Tali modalità sottendono una serie di gravi violazioni delle norme sull’igiene che determinano rischi concreti per la salute pubblica”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Il fenomeno – prosegue Borrelli – non è circoscritto alla città di Napoli ma è comune anche ai centri della provincia. Trattandosi di merce venduta in maniera abusiva non è possibile risalire all’indicazione geografica del prodotto prevista dalle legge, con ulteriori rischi per la salute dei potenziali acquirenti. In un periodo storico caratterizzato da normative stringenti sulla filiera alimentare volte a garantire la sicurezza dei cittadini, a fronte di rischi consistenti legati all’inquinamento dei terreni, ogni tipo di accondiscendenza rispetto a questi fenomeni non è accettabile. Per tale ragione ci siamo rivolti ai corpi di polizia municipale del capoluogo e della provincia per chiedere di intensificare i controlli e debellare la presenza dei venditori agli angoli delle strade”.

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print