Politica

Napoli, rifiuti. Verdi: “Strade e spiazzi trasformati in discariche a cielo aperto, camioncini e automobili scaricano rifiuti alla luce del sole. Occorre aumentare i controlli”

La minoranza di repulisti, commercianti, traslocatori e operai incivili che violenta Napoli e provincia, centri cittadini invasi da rifiuti ingombranti e non differenziabili. 

 

Napoli, 19 Luglio – “Continuano a pervenirci segnalazioni circa gli sversamenti abusivi di rifiuti ingombranti e non differenziabili lungo le strade di Napoli e della provincia. In un video che ci è stato inoltrato si nota come questo fenomeno si verifichi alla luce del sole, come se fosse un comportamento normale. Purtroppo esiste una percentuale di repulisti, commercianti, traslocatori e operai edili che, a differenza della maggioranza onesta e civile delle rispettive categorie, trasforma marciapiedi e spiazzi in vere e proprie discariche a cielo aperto, sversando rifiuti ingombranti e differenziabili nei cassonetti e nelle loro prossimità”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “In alcuni casi – prosegue Borrelli – i marciapiedi vengono completamente invasi dai rifiuti, diventando di fatto inaccessibili per i pedoni. Il fenomeno è trasversale e riguarda i centri delle città e le periferie. Occorre che i corpi di polizia municipale contrastino con la massima determinazione il fenomeno. Altrimenti ogni tipo di sforzo volto a liberare le nostre città dai rifiuti sarà vanificato da questi atteggiamenti che finiscono per danneggiare l’immagine dei nostri centri urbani agli occhi dei turisti e degli stessi cittadini, aumentando il degrado”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa