Comuni

Napoli, più di 200 verbali dopo i controlli nel weekend in via Aniello Falcone

Verdi: “Qualcosa si muove dopo le nostre denunce, ora aspettiamo l’intervento della Questura. Movida deve rispettare i diritti dei residenti, inciviltà si ritorcerà anche contro i gestori”.

 

Napoli, 29 Aprile – “I 214 verbali elevati nel weekend in via Aniello Falcone testimoniano la deriva di inciviltà che sta investendo l’intera area. Abbiamo denunciato serratamente il fenomeno nelle ultime settimane, segnalando alle autorità competenti i nominativi delle persone che si vantavano sui social di accendere torce e fumogeni durante le ore notturne, e apprendiamo con piacere che qualcosa si sta muovendo. Occorre restituire tranquillità ai residenti che, da troppo tempo, sono vittime di una movida maleducata e incivile”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini. “Un bar è stato sanzionato perché irradiava musica ad alto volume a tarda notte, un altro perché era ancora in attività oltre l’orario di chiusura previsto dai regolamenti comunali. Purtroppo una parte dei gestori dei locali notturni è corresponsabile del problema legato alla movida e rischia di vedere ritorcersi contro gli atteggiamenti superficiali di cui si è resa protagonista. Dopo il giro di vite della polizia municipale attendiamo l’intervento della Questura. Ci risulta che alcuni elementi delle paranze si spostano in scooter durante le ore notturne tra i baretti e via Aniello Falcone, facendo la spola per spacciare droga o commettere altri atti di carattere delinquenziale”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print