Politica

Napoli, maxi frode fiscale del lavoro interinale: danno all’erario da 70 milioni di euro

Verdi: “Da tempo denunciamo la vergogna delle società interinali che operano nel settore sanitario”

 

Napoli, 26 Marzo – “Non ci sorprende la notizia della maxi frode fiscale del lavoro interinale, scoperta dalla Procura di Napoli con l’ausilio della Guardia di Finanza, per circa 70 milioni di euro. Da tempo denunciamo la vergogna delle società interinali che operano nel settore sanitario, facendo affari d’oro tramite rapporti in alcuni casi opachi e operazioni al limite della legalità e con assunzioni di tantissimi parenti o raccomandati di sindacalisti e personale sanitario”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “I personaggi coinvolti nell’inchiesta sono gli stessi che intrallazzano nel mondo della sanità campana, intrattenendo rapporti torbidi volti ad ottenere contratti di fornitura che fruttano milioni di euro e come abbiamo dimostrato con diversi dossier realizzati con il Mic su assunzioni familistiche. Noi ci battiamo da tempo contro questa cricca che inserisce nelle strutture sanitarie i parenti di coloro che già sono impiegati negli ospedali. In svariati casi abbiamo riscontrato che i lavoratori interinali erano legati da rapporti di parentela con il personale interno alle strutture. Una stortura che fa intendere in maniera chiara i rapporti a tinte fosche posti alla base di queste forniture”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print