Attualità

Napoli, L’emergenza sangue non va in ferie: al “Santobono-Pausilipon” un gesto d’amore per salvare la vita ai bambini

Napoli, 14 Agosto –  DONO SANGUE DONO VITA, è questo il messaggio che lancia l’ospedale Santobono-Pausilipon di Napoli, anche in questa fase di caldo afoso e dal clima disteso. Le malattie non vanno in ferie e così l’emergenza sangue non va in vacanza.

Quante volte vediamo furgoni dell’AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) appostati, di solito, fuori ai Centri Commerciali o nelle piazze di paese, che chiedono di donare sangue e quasi mai vengono presi in considerazione. Ma basta fermarsi un attimo e, magari, farsi un giro nei reparti di Ematologia ed Oncologia di un ospedale, rendendosi conto di quanto valga anche una sola goccia di sangue.

E per quanto riguarda i bambini, l’appello a donare si fa ancora più pressante: ci sono piccoli che hanno gruppi sanguigni più rari e chiunque può salvarli con una semplice donazione. Basta esserne a conoscenza. Tanti, troppi bambini ricoverati in periodi dell’anno solitamente di festa e di relax (Natale, Pasqua, ferie d’agosto, etc.) attendono speranzosi con le loro famiglie: basta un gesto semplice, ma che salva la Vita.

All’ospedale Santobono-Pausilipon, al 2° piano, c’è un Centro Trasfusionale: si può donare dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle ore 11. C’è un parcheggio ‘dedicato’ ai donatori, il che fa comprendere ancora meglio l’importanza dell’atto che si sta andando a compiere. C’è un questionario di domande da compilare, finalizzato a conoscere lo stato di salute del donatore, successivamente si sostiene un colloquio e una visita con il medico, quindi si procede preliminarmente con un piccolo prelievo per capire se si è nelle condizioni ottimali di salute. Successivamente, se si è idonei, si procede alla donazione, che sia sangue o piastrine a secondo dell’urgenza che è richiesta. Un gesto d’amore, che ha tra l’altro anche un riscontro positivo per lo stesso donatore, che viene visitato ed ha la certezza di essere sano.

image_pdfimage_print

“Amo stare all’aria aperta ed essere uno spirito libero. Il mio mondo è a colori, così come me l’ha insegnato mio figlio”.