Comuni

Napoli, la scogliera di via Caracciolo ridotta ad una discarica abusiva: emergono tutti i rifiuti dovuti anche ai pontili abusivi

Borrelli (Verdi): “Situazione indegna in uno dei luoghi più suggestivi di Napoli, bisogna impedire la realizzazione di pontili e strutture non autorizzate lungo la scogliera”

 

Napoli, 13 Novembre – “Complice il maltempo dalle scogliere di via Caracciolo è riemersa una cospicua quantità di rifiuti, tanto da far apparire gli scogli come una vera e propria discarica a cielo aperto. Parte di questi rifiuti appartengono alle strutture deputate all’ormeggio delle barche da diporto, in gran parte abusive, che durante il periodo estivo monopolizzano in tratto di mare. Una situazione che abbiamo denunciato a gran voce durante l’estate e che ora sta riverberando un ulteriore effetto negativo, seppur postumo. Attualmente la scogliera si presenta in maniera veramente indegna, cozzando assolutamente con il panorama di uno dei luoghi più suggestivi di Napoli”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere del Sole che Ride alla I Municipalità Benedetta Sciannimanica. “Alla luce di immagini come questa servirebbe una maggiore attenzione quando vengono realizzati degli ormeggi abusivi in prossimità della scogliera, che viene poi trasformata in base logistica per la gestione degli spazi, con palafitte e tende di fortuna. Abbiamo segnalato tale scempio al Comune di Napoli, chiedendo di ripulire il tratto di scogliera, nella speranza che tali fenomeni non si verifichino più”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa