Sports

Napoli-Inter 0-0: gli azzurri al San Paolo sbattono contro il muro nerazzurro

Napoli, 21 ottobre – Al San Paolo è di scena l’Inter di Spalletti, match da record sugli spalti e in tv con 200 Paesi collegati. Il Napoli capolista a punteggio pieno, recupera in extremis Lorenzo Insigne, in dubbio per l’affaticamento muscolare rimediato a Manchester contro il City, e prova a centrare la nona vittoria consecutiva e creare così il vuoto tra le dirette avversarie. Partita nella quale si scontrano due diverse filosofie. Gli azzurri si affidano al palleggio e al pressing, l’Inter invece è micidiale nelle ripartenze e punta alle giocate dei singoli come Icardi e alla velocità di Candreva. Il match del San Paolo termina a reti inviolate. Il Napoli che risente della stanchezza della Champions, non riesce a superare gli uomini di Spalletti, attenti in fase difensiva ma anche pericolosi nelle ripartenze, nonostante le sette palle gol create dai partenopei. Protagonista della giornata l’estremo difensore Handanovic che in più di una occasione salva il risultato con interventi sempre decisivi.

 

 

LA CRONACA.  Parte subito a mille all’ora il Napoli. Veloce circolazione di palla, grande pressing, triangolazioni e verticalizzazioni spettacolari che costringono l’Inter a rintanarsi nella propria metà campo. I minuti passano e i neroazzurri sono più intraprendenti con Candreva, temibile sulla destra, anche la manovra è più fluida e costruttiva. Al 19’ la prima occasiona da gol per il Napoli. Albiol vede l’inserimento di Hysaj e lo serve. L’albanese cede la sfera a Callejon, sberla al fulmicotone e grande intervento di Handanovic che respinge, interviene Mertens, ancora un potente fendente e ancora una volta Handanovic compie il miracolo e salva l’Inter. Gli azzurri dettano il ritmo della gara, funzionano bene sia la catena di destra che quella di sinistra, gli uomini di Spalletti sembrano in difficoltà ma si difendono con molta attenzione. Al 41’ è però l’Inter che si rende pericolosa. Perisic prende l’iniziativa e pennella un assist per la testa di Borja Valero ma è bravo Reina che in tuffo respinge.

 

Nella ripresa subito partenza a ritmi notevoli da entrambe le parti, il Napoli comanda il gioco, l’Inter è viva e risponde colpo su colpo. Al 55’ è Hamsik che con un fendente sfiora il palo alla sinistra di Handanovic. Gli azzurri nonostante le fatiche della Champions spingono con grande intensità, i nerazzurri si difendono con caparbietà. Siamo al 74’gli uomini di mister Sarri ancora pericolosi. E’ Insigne che prende l’iniziativa, penetra sulla sinistra si accentra e al limite dell’area disegna una parabola a giro di poco lontano dal palo alla sinistra di Handanovic. La gara è intensa, i partenopei comandano il gioco e spingono con forza nel tentativo di scardinare il muro nerazzurro. All’89’ ancora decisivo Handanovic su una sberla di Mertens che è abile ad approfittare di un lancio di Jorginho. Nulla da fare, un Napoli stanco non riesce a scardinare il muro neroazzurro, il match del San Paolo termina a reti inviolate.

 

 

 

 

Le formazioni.

(Napoli, Stadio San Paolo)

 

Napoli (4-3-3):Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Sarri.
Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo; Vecino, Gagliardini; Candreva, Borja Valero, Perisic; Icardi.   Allenatore: Spalletti.

 

Arbitro: Banti di Livorno. Assistenti: Meli-Manganelli. IV Uomo: Irrati. Var: Rocchi. A. Var: Pinzani.

 

Reti:

 

Sostituzioni: Al 70’ esce Borja Valero ed entra Joao Mario. Al 71’ esce Hamsik ed entra Zielinski. Al 74’ esce Allan ed entra Rog. Al 81’ esce Candreva ed entra Cancelo. All’86’ esce Icardi ed entra Eder.

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa