Comuni

Napoli, formiche all’ospedale San Giovanni Bosco: sospesi due infermieri e due sindacalisti

Verdi: “Tolleranza zero su tutti i casi di illegalità, dagli appalti in deroga, ai servizi di ristorazione che non pagavano il pigione fino ai distributori senza autorizzazione”

 

Napoli, 20 Maggio – “In merito alla sospensione di due infermieri e due sindacalisti in relazione al caso dell’apparizione delle formiche all’ospedale San Giovanni Bosco riteniamo che occorre procedere con la massima severità nei confronti di tutti coloro che, nelle strutture ospedaliere, non impiegano il loro tempo ad aiutare i malati. Allo stesso tempo chiediamo tolleranza zero nei confronti dei vari fenomeni di illegalità che hanno caratterizzato il nosocomio negli ultimi anni. Bisogna intervenire contro i dirigenti e i funzionari che hanno permesso alle aziende di continuare ad operare nella struttura nonostante la scadenza dei contratti di appalto. Occorre sanzionare chi ha permesso che il parcheggio dell’ospedale finisse ostaggio dei parcheggiatori abusivi legati alla criminalità organizzata. E’ necessario colpire chi ha fatto sì che nell’ospedale fossero installati dei distributori automatici senza alcuna autorizzazione o che i titolari dei servizi di ristorazione operassero all’interno del San Giovanni Bosco senza corrispondere il pigione”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanit Francesco Emilio Borrelli che più volte ha segnalato casi eclatanti di mala sanità negli ospedali campani. “Ovviamente – aggiunge Borrelli – la sanzione irrogata a infermieri e sindacalisti nulla toglie alla necessità di una bonifica strutturale della struttura, lasciata in preda all’incuria per decenni. Continuiamo a sottolineare come sia indispensabile intervenire in tal senso per restituire ai pazienti un luogo salubre dove ricevere le cure”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print