Attualita'

Napoli, Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile “LA SCUOLA CHE FA LA SCUOLA”

Napoli 20 febbraio: quarto appuntamento della manifestazione nazionale #Conibambini – Tutta un’altra storia a Ponticelli periferia Est della città.

Con Sasà Striano che racconterà la sua storia dalla camorra ai libri e la proiezione di alcuni lavori cinematografici dei ragazzi di FilmaP a Ponticelli.

 

Roma 19 Febbraio – “Negli anni ‘80 stare miezz’a via era una moda ed anche una necessità, ma era anche l’inizio della fine di tutto perché lo stare miezz’a via è l’inizio della fine di tutto: dell’innocenza, della libertà e anche della stessa vita. In questi anni mi sono progressivamente perso: a dieci anni piccoli furti, a quattordici anni i primi scippi e le prime esperienze dirette con la droga e subito il carcere minorile. Poi a diciotto anni il primo vero arresto da maggiorenne: entrare nell’inferno del carcere di Poggioreale, una vera e propria “palestra del crimine”. Sono parole di Salvatore Striano, scrittore napoletano, che racconterà la sua storia ai ragazzi di Ponticelli, periferia Est di Napoli, in occasione della quarta tappa della manifestazione nazionale itinerante #Conibambini- Tutta un’altra storia che avrà come tema “La scuola che fa la scuola”.

 

La scuola come presidio di legalità, il cinema come luogo di incontro e contrasto alla violenza della strada. Da qui la scelta di Ponticelli e di fare un incontro al cinema Pierrot con i ragazzi delle scuole dell’area Est di Napoli, con le associazioni, gli insegnanti, le famiglie, in altre parole con la “comunità educante”. Partendo dalle esperienze positive, dalle storie raccontate nei cortometraggi realizzati dai giovani del centro per la produzione di cinema e audiovisivi FilmaP a Ponticelli, condivideremo idee e buone pratiche che partono dalla periferia, dal Sud, come modello nazionale. La giornata si aprirà alle 9.30 con i saluti del presidente della Fondazione Banco di Napoli Daniele Marrama e Annamaria Palmieri assessore all’istruzione e alla scuola Comune di Napoli, subito dopo interverrà Carlo Borgomeo presidente dell’impresa sociale Con i Bambini. Seguiranno le testimonianze di Salvatore Striano e dei rappresentanti delle realtà che operano nel territorio: Pasquale Leone, Presidente presidio Libera Ponticelli, Francesca De Luca docente dell’IC Marino-Santa Rosa di Napoli. Nel corso della giornata saranno proiettati i video: “Il mio mondo”, “17 anni quasi 18 (dieci anni dopo)” e uno Stralcio del film “Non può essere sempre estate” con intervento su arte ed educazione di Nicola Laieta Maestri di strada – San Giovanni a Teduccio. A moderare l’incontro sarà Roberto D’Avascio, presidente Arci Movie Napoli.

 

 

La manifestazione nazionale itinerante è promossa dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Quella di Napoli è la quarta tappa.

#Conibambini-tutta un’altra storia è partita lo scorso 27 novembre da Torino, il 6 dicembre Reggio Emilia, il 29 gennaio Milano, 20 febbraio Napoli, 1 marzo Brindisi, 11 aprile Catania, attraversa l’Italia da Nord a Sud, incontrando le comunità educanti dei territori (scuola, famiglia, terzo settore, università, privato sociale, ecc) per ascoltarle e condividere con loro idee e buone pratiche di alleanze educative e di contrasto alla povertà educativa minorile. Gli incontri si svolgeranno nei luoghi frequentati dai ragazzi (scuole, università, centri aggregativi, periferie) e saranno aperti alla partecipazione.

Idee, proposte, riflessioni che emergeranno durante il percorso saranno restituite durante la tappa finale della manifestazione a Roma, con la partecipazione delle Istituzioni, delle Fondazioni, del Terzo Settore, delle Scuole e dei ragazzi, offrendo la fotografia di un’altra Italia che lavora molto e spesso sottovoce, attenta ai nostri ragazzi e al futuro del Paese.

 

 L’evento di Napoli è organizzato in collaborazione con Fondazione Banco di Napoli e Arci Movie Napoli.

 

 

 

Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo – la cui dotazione è di 360 milioni di euro per tre anni –  a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.

In poco più di un anno sono stati pubblicati tre bandi (Prima Infanzia 0-6 anni, Adolescenza 11-17 e Nuove Generazioni 5-14 anni, quest’ultimo scaduto il 9 febbraio) e approvati i primi 80 progetti relativi alla fascia di età 0-6 anni, sostenuti con 62,2 milioni di euro.

 

 

 

 

Info su www.conibambini.org

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print