Comuni

Napoli, Ederoclide (PD):”De Magistris svende i beni della città per coprire i suoi errori”

Napoli, 2 Aprile – “Perché continuare a mentire alla città? Perché fare ancora propaganda sulla pelle dei cittadini?” – chiede il Presidente dell’Assemblea metropolitana del PD Napoli, Tommaso Ederoclite, proseguendo:
È diventato ormai incomprensibile l’atteggiamento del Sindaco che, davanti all’ennesimo errore in materia contabile, continua a parlare di “proiettili istituzionali” e di fantomatici poteri forti che, come nei peggiori fumetti, vorrebbero far morire la città.
 
Il problema reale è che il Sindaco e la sua giunta in 7 anni hanno cercato in ogni modo di nascondere i loro errori con la propaganda. 
Dopo che il governo ha teso la mano alla città e ai cittadini per ben due volte, l’amministrazione ha pensato bene di nascondere un debito a bilancio nel 2016 quando quel debito andava scritto. Quel debito bisognava inserirlo a bilancio e il governo lo avrebbe coperto per il 77%. Ma l’amministrazione ha pensato scientificamente di nasconderlo, o addirittura non metterlo a bilancio per pura incompetenza.
 
In tutti e due i casi è gravissimo, soprattutto se si scaricano le colpe sugli altri. 
Ed ancora più grave è quando queste colpe ricadono sui cittadini, svendendo beni immobili della città per riparare l’errore.
L’unica cosa da fare ora è chiedere scusa ai cittadini ed aprire un dibattito serio sul da farsi, ma solo dopo aver ammesso le proprie colpe.
Abbiamo vissuto 7 anni di pura propaganda con promesse mirabolanti campate in aria, e oggi ci ritroviamo a dover svendere pezzi di città per coprire gli errori fatti da una amministrazione che sin dal suo primo mandato non fa altro che scaricare le colpe sugli altri.
Ma la verità è una sola, chi ci va di mezzo sono soltanto i cittadini” – conclude il Presidente dell’Assemblea metropolitana del PD Napoli, Tommaso Ederoclite.
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa