Comuni

Napoli, Condanne irrisorie per crimini gravi. Nasce il comitato delle vittime: sabato 4 maggio la conferenza stampa di presentazione al bar Gambrinus

“Vivo per miracolo, il mio aggressore ha poi ucciso un’altra persona”. Borrelli e Simioli: “Le pene devono essere commisurate e soprattutto devono essere scontate, spesso i criminali che restano in libertà reiterano gli stessi reati”

 

Napoli, 3 Maggio – Un comitato delle vittime di crimini che sono poi stati puniti con condanne irrisorie dalla magistratura. Il nuovo soggetto nasce a Napoli e sarà presentato in conferenza stampa sabato 4 maggio alle ore 11 al Bar Gambrinus in piazza Trieste e Trento. Troppo spesso i delinquenti se la cavano con condanne di lieve entità. In un ampio spettro di casi non vanno neanche in galera, e in molti casi tornano a reiterare i reati. Alla conferenza stampa prenderanno parte il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e lo speaker di Radio Marte Gianni Simioli. “Un caso esemplare – spiegano Borrelli e  Simioli – è quello di Ciro Florio, aggredito a coltellate meno di un anno fa dal giovane che ha poi ucciso il padre a Poggioreale dopo un litigio per futili motivi. Il comitato nasce con il fine di fare fronte comune per chiedere una revisione della normativa attuale che sembra concedere delle garanzie eccessive rispetto alla gravità dei fatti commessi”.

Nel caso di Florio – prosegue Borrelli – si era verificato un vero e proprio tentativo di omicidio con la vittima raggiunta da vari fendenti e costretta a scappare in fin di vita dalla furia dell’aggressore. Eppure il colpevole non è mai andato in galera, subendo una semplice condanna per lesioni a 2 anni e 4 mesi senza la custodia cautelare. Se per lui si fossero aperte le porte del carcere, non avrebbe poi ucciso il padre. Occorre una netta inversione di tendenza. La presunzione di innocenza è un principio costituzionalmente riconosciuto ma non deve tradursi nell’assenze di misure nei confronti di soggetti che si caratterizzano per una così accentuata pericolosità sociale”.

Alla conferenza stampa di presentazione del nuovo comitato sarà presente anche Ciro Florio, la vittima della violentissima aggressione dell’uomo che ha poi ucciso il padre all’interno del supermarket di famiglia nel quartiere napoletano di Poggioreale, che porterà la sua testimonianza.

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print