Comuni

Napoli, bagnanti incivili: la spiaggia della Gaiola trasformata in una discarica a cielo aperto

Verdi: “Atteggiamenti vergognosi e poca pulizia da parte dell’Asia, i cestini sono pochi e non vengono svuotati regolarmente. L’intera area è preda dell’anarchia”

 

Napoli, 30 agosto – “Una cittadina ci ha segnalato una foto che mostra come è ridotta al tramonto la spiaggia della Gaiola. I bagnanti abbandonano di tutto sull’arena: bicchieri, stoviglie monouso usate, bottiglie di vetro e resti di cibo. Un atteggiamento incivile e vergognoso che si somma alle carenze del servizio dell’Asia che non svuota regolarmente i cestini che, tra l’altro, sono pochi se rapportati alla mole di persone che frequenta la spiaggia durante i mesi estivi. Purtroppo l’intera area sembra essere terra di nessuno. Nessuno rispetta la Ztl della Gaiola, con automobili e motorini che sono spesso parcheggiati in sosta vietata, impedendo il passaggio ai mezzi di soccorso. Basti pensare che, quando c’è stato bisogno, i soccorsi sono stati costretti ad arrivare via mare”.

Lo rendono noto il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere del Sole che Ride alla I Municipalità Gianni Caselli. “Abbiamo inviato una nota all’Asia chiedendo di effettuare lo svuotamento dei cestini con regolarità e di dotare l’area di un maggior numero di bidoncini. La spiaggia della Gaiola è un patrimonio paesaggistico della città e non possiamo accettare che sia ridotta in questo modo”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa