Comuni

Napoli, Ancora atti di teppismo all’ospedale San Giovanni Bosco: vetri rotti e porte forzate

Verdi: “Guarda caso i teppisti sono entrati in azione subito dopo il sopralluogo della commissione Sanità. Occorre eliminare le ultime resistenze criminali all’interno della struttura”

 

Napoli, 16 Luglio – “Un vetro rotto e porte forzate durante la notte all’ospedale San Giovanni Bosco. Guarda caso i teppisti sono entrati in azione il giorno dopo il sopralluogo della commissione Sanità del Consiglio regionale. Ci sembra evidente che si tratta dell’ennesimo atto dimostrativo messo in atto dai delinquenti che non riescono a farsi una ragione del nuovo corso dell’ospedale, improntato sui principi di legalità ed efficienza”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanit Francesco Emilio Borrelli. “Fino a pochi mesi fa i delinquenti erano abituati a fare i propri comodi, arrivando addirittura a gestire le visite mediche. L’inversione di marcia li ha disorientati e ora tentano di riprendere terreno attraverso gli atti teppistici. Ma la strada oramai è segnata. Abbiamo combattuto con la massima determinazione per eliminare delinquenti e camorristi dal San Giovanni Bosco e vigileremo che non ci mettano più piede. Restano le ultime resistenze criminali, che vanno eliminate. Da mesi chiediamo un presidio fisso di polizia all’interno della struttura. Speriamo che il nuovo questore Alessandro Giuliano ci dia finalmente ascolto”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print