Comuni

Napoli, al Castel dell’Ovo la XVI Edizione di ‘VITIGNOITALIA’

Napoli, 23 Maggio – Nell’imponente ed antico Castel dell’Ovo di Napoli si è svolta, questa settimana, la 14sima edizione della Fiera dei Prodotti Artigianali, con la tre giorni della kermesse che quest’anno è stata interamente dedicata al vino. Più di 250 le aziende che hanno aderito all’evento, con 2000 etichette provenienti da tutta Italia.

L’appuntamento, denominato “VitignoItalia“, è stato presenziato da Chicco Testa, patron della manifestazione, che ha richiamato a Napoli moltissimi turisti, anche dall’estero e da oltreoceano. Vitigno Italia ha stupito tutti, in una festa di sapori, incontri e cultura. Ad indicare la provenienza, la raffinatezza e l’etichetta dei vini è stato il sommelier Vincenzo Bianco, che vanta 25 anni di esperienza del settore. A lui abbiamo chiesto di soddisfare qualche curiosità circa la manifestazione.

«L’evento – ci spiega – rappresenta tutto il territorio campano, i cui produttori con immenso orgoglio e piacere propongono le varietà dei loro vitigni, dimostrando tutto quello che di buono la terra ci offre».

Ci rappresenti un vino pregiato a piacere?

«Scelgo il vino Re Ferdinando, un pallagrello coltivato sulle colline caiatine ed era il vino preferito de Re Ferdinando IV di Borbone. Si tratta di una famosa vigna a forma di ventaglio. Un altro è il Fiano, diverso dal greco perché meno minerale, molto più rotondo e più morbido. E ancora: un vino bianco che addirittura veniva chiamato ‘Barone del Sud’ ossia il Taurasi, un aglianico invecchiato in legno, che dà un ottimo risultato ed è piacevole in occasioni particolari».

E alla kermesse dedicata al vino non sono mancate le autorità. Ad aprire la XIV Fiera di VitignoItalia sono stati il sindaco di Napoli, Luigi de Magistriis, ed il governatore campano, Vincenzo De Luca. Presenti anche il dottor Luigi Popolizio, referente del Ministero dell’Agricoltura, nonché Paola Pisani Massamormile, presidente regionale dell’ONAV (Organizzatori Nazionali Assaggiatori Vini).

Questi, per concludere, i vincitori del “Napoli Wine Challenger 2018”, presenti a VitignoItalia: “Cumaro” Rossao Conero Riserva DOCG 2013 (Marche), “Centovie” Colli Aprutini IGT Pecorino 2016 (Abruzzo), “Visione” Irpinia Rosato DOC Feudi di San Gregorio 2017 (Campania), “Priezza” Spumante metodo Classico Asprinio di Aversa DOP Masseria Campito (Campania) e “Gemma del Sole” vino da uve stramature Ceste (Piemonte).

image_pdfimage_print

Vivo in un piccolo paese di provincia. Amo la natura, andare a cavallo e adoro suonare il pianoforte. Mi piace mettermi in gioco. Amo la vita e viverla per quanto mi è possibile. Il rispetto, per me, vale più di qualsiasi altra forma di sopravvivenza. La mia citazione preferita?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *