Comuni

Napoli, A scuola di zeppole al Gambrinus con i “Pinucci” e la torta per il compleanno di Pino Daniele. “Una bella iniziativa per promuovere un’eccellenza dolciaria del territorio”

Napoli, 19 Marzo  – A scuola di zeppole al Gambrinus. In occasione della Festa del papà lo storico caffè di piazza Trieste e Trento ha offerto la possibilità a chiunque volesse imparare come si preparano le zeppole, realizzando la propria sotto la supervisione dei maestri pasticcieri. Contestualmente i proprietari del bar Michele Sergio e Massimiliano Rosati hanno organizzato, come oramai da tradizione, un omaggio per festeggiare il compleanno di Pino Daniele.

Ai clienti sono stati offerti gratuitamente i “Pinucci”, i dolci realizzati in onore del ‘Nero a metà’, oltre ad una torta realizzata per festeggiare la nascita di uno dei simboli di Napoli. “Abbiamo inteso dare risalto a due eccellenze – spiegano Sergio e Rosati -. La zeppola rappresenta uno dei cardini della tradizione dolciaria napoletana. Dargli massimo risalto in occasione del 19 marzo significa diffonderla anche oltre i confini locali. Quanto a Pino Daniele il suo ricordo è sempre vivo nei nostri cuori. Oggi avrebbe compiuto 64 anni. Lui non c’è più fisicamente ma continua a vivere attraverso la sua musica”.

“Una bella iniziativa – commentano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli -. Creare un evento ad hoc dedicato alla zeppola in occasione della Festa del papà significa dare risalto ad un dolce tipico, iscritto all’albo dei prodotti tradizionali”.

 



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa