Politica

Morte in stazione, A. Cesaro (Fi):”De Luca risponde su ritardi sistema integrato 118 e insufficienza uomini e mezzi”

Napoli, 26 Agosto – “Le responsabilità vanno sempre perseguite, tutte. Personali e politiche. Se le assuma chi il 3 agosto scorso non ha inviato un’ambulanza alla Stazione di Napoli in soccorso di Mario D’Aiello, se le assuma il governatore, assessore e commissario alla Sanità, Vincenzo De Luca, che sconta oltre un anno di ritardo sull’attivazione del nuovo sistema integrato regionale per la emergenza sanitaria approvato in aula a maggio 2016 e sbandierato come la soluzione ottimale e definitiva a tutti i disservizi del 118 e dei Pronto Soccorso, dei ricoveri impropri e dello scandalo delle barelle”.
 
Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro.
“Oggi – aggiunge Cesaro – De Luca chiede il massimo rigore sul piano disciplinare nei confronti di chi non ha inviato l’ambulanza a piazza Garibaldi ma tace sui gravissimi ritardi nell’attuazione della legge da lui voluta e sull’assoluta insufficienza di uomini e mezzi, come giustamente denunciato dal dottor Galano”.
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa