Marigliano, sequestrate balle di rifiuti pericolosi e autoarticolato con sostanze pericolose

Intervento di Carabinieri e Guardia di Finanza coadiuvati da ASL e Arpac presso la Ditta RIGENERA a Via Nuova del Bosco a Marigliano

 

Marigliano, 5 Aprile – SEQUESTRATI RIFIUTI PERICOLOSI cosi come riporta oxigeno.biz portale dell’omonima associazione ambientalista diretta dal Consigliere comunale Saverio Lo Sapio:
“I cittadini sono sempre più preoccupati ed a giusta ragione, per la presenza inquietante di aziende di rifiuti di questo genere che rappresentano un vero pericolo per SALUTE.
RIGENERA è un’azienda del gruppo BRUSCINO, già abbastanza nota in città per la richiesta che inoltrò alla Regione Campania per trattare e smaltire rifiuti pericolosi.
Tutto ciò scatenò la protesta di Associazioni e cittadini che diedero vita ad una grande mobilitazione che portò alla raccolta di quasi 4.000 firme per impedire che si potesse insediare su questo territorio, già ferito e devastato, l’ennesimo MOSTRO, nonché un ulteriore rischio per la salute delle persone.
Alcuni giorni fa, durante un sopralluogo presso l’impianto di rifiuti di RIGENERA, autorizzata solo per recupero e messa in riserva di rifiuti NON PERICOLOSI, è stata riscontrata, invece, la presenza di 30 imballaggi contenenti sostanze pericolose pur non essendo la ditta autorizzata a svolgere tale gestione.
I RIFIUTI illegalmente stoccati sono stati sequestrati unitamente ad un autoarticolato che trasportava illegalmente imballaggi di rifiuti contenenti sostanze pericolose.
Un grande apprezzamento ai CONTROLLI disposti dal Ministero dell’Ambiente.
Nell’occasione, invece, MOLTO MALE gli strumenti di INFORMAZIONE CHE STRANAMENTE non hanno avuto il CORAGGIO di INFORMARE la CITTA’ su QUANTO ACCADUTO.
LIBERIAMO QUESTO TERRITORIO DA CEMENTO E RIFIUTI NOCIVI!”

[foto in rete ]