Comuni

Mariglianella, Consacrazione della Città e Consegna delle Chiavi a Maria Vergine della Sanit

Mariglianella, 5 Giugno – Sono stati giorni di intense iniziative religiose, quelli vissuti fra fine maggio ed inizio giugno 2017 a Mariglianella presso le Suore Domenicane in località Taverne. Ci sono stati momenti di testimonianza di fede, incontri, riflessioni e dedicazione a Maria della Città di Mariglianella, con tutta la comunità parrocchiale partecipante a seguire il Vicario di S. E. Mons. Francesco Marino, Vescovo di Nola, Don Lino D’Onofrio; Padre Vincenzo Avvinti dell’Ordine dei Domenicani O. P., da Sant’Anastasia; il Parroco, Don Ginetto De Simone; il Sindaco Felice Di Maiolo. Questo straordinario periodo  è stato segnato dalla celebrazione del Centenario della riapertura del culto della Chiesa S. Maria della Sanità, dove le stesse Suore ricordavano il 70° anniversario della loro presenza comunitaria a Mariglianella che oggi continua con la guida della responsabile, Suor Ursula Roldan Tejada mentre la Casa Generalizia è a Sant’Anastasia, guidata da Madre Concetta Barone.

Sabato 3 giugno scorso, a Mariglianella c’è stata la processione per le vie cittadine della sacra immagine, riposta dopo 70 anni in prisma d’argento, con Don Ginetto De Simone, la comunità parrocchiale, le Associazioni dei Battenti della Madonna dell’Arco, di Mariglianella, Brusciano, Lausdomini e Pontecitra da Marigliano, l’Associazione della Madonna della Sanità e le Suore Domenicane, il Sindaco Felice Di Maiolo con il Presidente del Consiglio Comunale, dott. Vincenzo Esposito e gli Assessori Felice Porcaro e Valentina Rescigno, la banda musicale dei maestri Esposito e Napolitano.

Rientrati nella Chiesa della Madonna  della Sanità, sull’altare, invitato da Padre Vincenzo Avvinti, il Sindaco Felice Di Maiolo, affiancato dal Presidente del Consiglio Comunale,  Esposito, nell’Atto di Consacrazione a Maria, prima ha indicato l’intera Comunità, “Ecco i figli di Mariglianella, raccolti intorno a Te, in questo giorno solenne per cercare rifugio sotto la Tua protezione materna ed implorare con fiducia la Tua intercessione di fronte alle sfide che il futuro nasconde” e poi ha donato le Chiavi della Città alla Vergine della Sanità “in riconoscenza profonda per l’operosità di custodia e protezione su Mariglianella. Impetrando da Lei, Madre amorosissima, per Mariglianella, tutti i favori e le grazie celesti”.

Padre Vincenzo Avvinti, dopo aver consegnato al Sindaco Di Maiolo il medaglione con l’immagine di “Santa Maria Salus Infirmorum”, ha invitato tutti  “da estraneo che per motivi di studio si è innamorato di questa Madonna della Sanità, a non lasciarla perché Lei non lascia voi. Saluto e ringrazio il Primo Cittadino che prostrato ai piedi della Madonna riconosce il Suo valore, insieme all’Amministrazione Comunale. Ringrazio Don Ginetto e la superiora di questa Comunità, Suor Ursula, che ha voluto e realizzato questo Triduo, la Madre Generale, Suor Concetta Barone, i novizi che hanno allietato questa funzione e tutte le persone che ci hanno incoraggiato. Grazie a tutti”.

Il programma laico per il festeggiamento di questo Centenario, ha visto impegnati gli operatori dell’Associazione della Madonna della Sanità presieduta da Carmine Masullo che si è concluso domenica 4 giugno con le esibizioni musicali e canore dei gruppi “I Pari ” e “Nico e i suoi Desideri”  applauditi dal folto pubblico giunto anche dai paesi del circondario.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print