Comuni

Maddaloni, incendio in un deposito di rifiuti lungo la via Appia

Verdi: “Determinare la natura. Abbiamo chiesto l’intervento dell’Arpac. Questi episodi ci preoccupano in vista del fermo del termovalorizzatore di Acerra”

 

Napoli, 3 Aprile – “Apprendiamo con preoccupazione di un incendio divampato all’interno di un deposito di rifiuti lungo la via Appia. La coltre di fumo ha investito il comprensorio San Nicola la Strada, Maddaloni e San Marco Evangelista. Abbiamo chiesto l’intervento dell’Arpac per valutare i livelli di inquinamento dell’aria dopo la dispersione delle sostanze tossiche generate dalla combustione. Ora occorre fare luce sulla natura dell’incendio”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e la segretaria provinciale del Sole che Ride di Caserta Rita Martone. “Qualora le fiamme siano divampate per causa dolosa occorrerà un intervento di magistratura e forze dell’ordine per risalire al movente. Il persistere di fenomeni del genere, infatti, ci preoccupa e ci fa pensare ad un preciso disegno criminale volto a creare una nuova emergenza. Tenendo conto che il termovalorizzatore di Acerra dovrà fermarsi tra pochi mesi per circa 40 giorni, è necessario tenere altissima la guardia contro ogni strategia delinquenziale volta a far sprofondare le province di Napoli e Caserta in una condizione di disagio sotto il profilo della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa