Politica

M5S, Di Maio si toglie la cravatta:”Ho portato a termine il mio compito, da oggi si chiude un’era”

Napoli, 25 Gennaio – Tre giorni fa, la leadership di Luigi Di Maio ha maturato la sua conclusione, proprio in un momento politico dove in questi mesi, all’interno dello stesso Movimento 5 Stelle, si sono succedute tante defezioni e non sono mancate alcune critiche all’indirizzo dello stesso leader. Nella prestigiosa sala del Tempio di Adriano in Roma, si è avuto l’incontro del Ministro degli Esteri con i 24 neo facilitatori del Movimento che avranno il compito di garantire una capillarità sui territori e di mettersi al servizio del partito.

Erano presenti Davide Casaleggio, Paola Taverna, Danilo Toninelli ed altri importanti rappresentanti pentastellati a livello nazionale. Il senatore Emilio Carelli ha aperto i lavori per poi passare la parola a Di Maio, il quale, ha voluto ricordare l’importanza dei facilitatori regionali ed ha annunciato che da questo incontro in avanti inizierà il percorso per gli Stati Generali del Movimento previsto per metà marzo. Ovviamente la notizia che tutti si aspettavano è stata quella delle sue dimissioni da Capo Politico del Movimento. Ecco le frasi più importanti del lungo discorso del Ministro: “E’ giunto il momento di rifondarsi – Oggi si chiude un’era – Ho portato a termine il mio compito – Da oggi la nostra organizzazione è definitiva – Abbiamo davanti a noi un percorso ancora lungo, di continua crescita e le nostre cinque stelle cammineranno sulle gambe di milioni di italiani. – I peggiori nemici sono all’interno del Movimento, sono quelli che lavorano non per il gruppo ma per la loro visibilità”.

Questo appassionato discorso è stato tempestato da applausi e non è mancata l’evidente emozione trasparire dalle parole dell’ex leader. Ha toccato tanti argomenti, togliendosi qualche sassolino dalle scarpe parlando dei tradimenti e delle “pugnalate” alle spalle. Ci sono state parole di stima anche per il Presidente Conte, definendolo una persona incredibile, capace di fare politica e di farsi strada. Per il Presidente Mattarella, invece, ha tessuto elogi e ringraziamenti per il lavoro incessante e per la sua preziosa guida.  Nel finale ha ringraziato Grillo e Casaleggio per la fiducia ed ha completato con il gesto di togliersi la cravatta, come per rendere solenne un cambiamento e per formalizzare le sue dimissioni. Vito Crimi, membro anziano del Comitato di Garanzia, ha sostituito Di Maio fino agli Stati Generali del partito.

Già in mattinata, il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora aveva annunciato il discorso conclusivo di Di Maio, premettendo che tale evento non avrebbe intaccato la stabilità del Governo. Il Presidente Conte è stato uno dei primi a commentare: “La scelta di Luigi Di Maio di lasciare la guida del Movimento 5 Stelle mi rammarica, ma è una decisione di cui prendo atto con doveroso rispetto…”. Subito le reazioni dei leader di Lega e PD alle succitate dimissioni: “Non do colpe a Di Maio ma al Signor Grillo che per conservare le poltrone si è messo con il PD…”, così ha dichiarato Matteo Salvini, mentre Nicola Zingaretti ha parlato di nessuna ripercussione sul Governo e che ciò che è successo rappresenta un segnale di dibattito interno al Movimento che va rispettato.

Infine, Osvaldo Napoli di Forza Italia, ha parlato di un probabile rafforzamento del Governo e della posizione di Conte nei confronti di Di Maio, scaturite da queste dimissioni. Sul suo profilo, il garante del Movimento Beppe Grillo ha voluto ringraziare Di Maio con queste parole: “Grazie Luigi per come hai gestito la situazione, per tutto quello che hai fatto per il M5S e per quello che continuerai a fare. In alto i cuori”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa