Sports

Luvo Barattoli Arzano, il campionato di serie B1 ai nastri di partenza: domani esordio in campionato a Lamezia Terme

Tre partite in trasferta nelle prime quattro giornate

 

Arzano, 12 Ottobre – La grande attesa sta per terminare. Il popolo di Arzano è pronto per l’inizio del nuovo campionato di serie B1 femminile che comincia sabato 13 ottobre alle ore 18 sul campo del Ferraro Lamezia Terme. Si gioca a Pianopoli, nel palazzetto dello sport di via Papa Giovanni XXIII.

La squadra arriva a questo esordio dopo una lunga fase di preparazione. Una gara che il gruppo allenato da coach Emiliano Giandomenico deve affrontare con il massimo della concentrazione per portare a casa il migliore risultato possibile. Lamezia è una città che vanta una buona tradizione pallavolistica sia nel maschile che nel femminile e rappresenta un banco di prova importante per Zonta e compagne.

La prima gara interna invece è in programma sabato 20 ottobre alle ore 17. Una matricola terribile per la prima in casa: il Sant’Elia Fiumerapido.

Anche la terza giornata prevede una trasferta lunghissima per la  Luvo Barattoli Arzano che il giorno 27 ottobre alle ore 16,30 saranno impegnate a Modica contro il Crai Radenza. Si gioca nel palazzetto di Viale Fabrizio, nel quartiere Sacro Cuore.

Ancora una trasferta nel quarto turno di campionato. Sabato 3 novembre il gruppo sarà di scena sul campo dell’Europea 92 Isernia, una vecchia conoscenza del team arzanese che da anni si confronta con le rivali in questa categoria. Si gioca al Palasport Fraraccio in via Giovanni XXIII ad Isernia.

Classicissima anche la seconda gara interna in programma sabato 10 novembre alle ore 17. Avversaria nella quinta giornata di campionato sarà il VolleyRo Casal de’Pazzi di Roma.

La prima squadra sarà l’unica a scendere in campo. Come noto per i campionati regionali la federazione italiana pallavolo della Campania è stata costretta a rinviare le partite a causa della chiusura di gran parte delle palestre di Napoli e Provincia che di fatto ha paralizzato lo sport locale.

Roberto Esse

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *