Comuni

Liveri in festa: l’Associazione “Vico e Vicarielli” propone in piazza Municipio la celebre commedia “Miseria e Nobiltà”

Liveri, 9 Maggio – Miseria e Nobiltà è il nome di una delle maggiori commedie di Eduardo Scarpetta che interpreta la “Fame” intesa come fame di giustizia, fame di cultura, fame di sapere, ma più prosaicamente intesa come mancanza di cibo. Ad interpretare e ad inscenare quest’opera comica – sabato 11 maggio alle 20:30 in piazza Municipio a Liveri – sarà l’associazione Vico e Vicarielli. Lo spettacolo è stato patrocinato dal Comune di Liveri, in collaborazione con il Comitato Festa Santa Maria a Parete.

In “Miseria e Nobiltà” c’è un lavoro di gruppo costruito con tanti attori, è uno spettacolo divertente ed emozionante, animato da una certa vena di follia che mantiene viva l’anima di Scarpetta: la commedia ha come protagonista Felice Sciosciammocca, celebre maschera di Eduardo. La trama gira attorno all’amore del giovane nobile Eugenio per Gemma, figlia di Gaetano, un cuoco arricchito. Il padre di Eugenio, marchese Favetti, ostacola il matrimonio proprio per le origini borghesi di Gemma. Eugenio allora si rivolge a Felice, scrivano, e Pasquale, uno spiantato, i quali con le rispettive famiglie si fingono parenti nobili di Eugenio. Il tutto si complica perché il vero marchese Favetti è anche lui innamorato di Gemma e ne frequenta la casa, sotto lo pseudonimo di Don Bebè. Il figlio Eugenio lo scopre e minaccia uno scandalo per ottenere il consenso del padre alle nozze, per un finale tutto da gustare.

A presentare e ad aprire la serata ci penserà l’avvocato Teresa Lo Regio, gli interpreti saranno: Felice Sciosciammocca (Roberto Ruocco), Pasquale o salassatore (Franco Nappi), Concetta moglie di Pasquale (Antonietta Nappi), Luisella moglie di Felice (Vittoria Nappi), Pupella, figlia di Pasquale e Concetta (Romilda Ruocco), Eugenio figlio del marchese Favetti (Antonio Crisci), Gioacchino Castiello (Costantino Lombardo), Gaetano Semolone, (Saverio Nappi),  Luigino, figlio di Gaetano (Pasquale Scala), Vincenzo (Pietro Nappi), Gemma (Annalisa Ariano), marchese Ottavio Favetti (Andrea Lanzara), Biase (Felice Leonardo Nappi), Bettina (Giorgina Nappi), Peppeniello, figlio di Felice (Carmine Giorgio), capo cameriere (Egidio Santorelli, Pasquale Iovino). 

La regia, con libera trascrizione del testo originale, è di Michela Nappi e i costumi sono stati realizzati da Costantino Lombardo. E l’allegra combriccola dei “Vico e Vicarielli” sarà presente successivamente anche in altre serate, sia a Marzano che a Palma Campania, regalando nuove emozioni ed altro divertimento, come solo il teatro sa dare.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa