L’Italia in lutto per la morte di un carabiniere ucciso. Verdi: “Profondamente addolorati. Purtroppo le aggressioni agli esponenti delle forze dell’ordine sono all’ordine del giorno”

Napoli, 26 Luglio – “Siamo profondamente addolorati per la morte di Mario Rega Cerciello, il carabiniere originario di Somma Vesuviana ucciso a coltellate a Roma. La scomparsa del militare colpisce profondamente l’intera comunità italiana e rialza il velo su un problema che sta diventando sempre più grave: le aggressioni ai danni degli esponenti delle forze dell’ordine. Ogni giorno le migliaia di lavoratori impegnati per garantire la sicurezza sono oggetto di violenze. Lo Stato non può assistere inerme a tale spirale. Occorre una risposta dura e determinata nei confronti dell’ondata delinquenziale”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il capogruppo del Sole che Ride in consiglio comunale a Somma Vesuviana Salvatore Esposito. “Nello stringerci intorno ai familiari del carabiniere ucciso, ai quali esprimiamo le nostre più commosse condoglianze, estendiamo il cordoglio all’Arma che ha perso un militare onesto e una persona perbene. Auspichiamo che i responsabili dell’omicidio possano essere fermati quanto prima e che paghino con una pena esemplare il male che hanno fatto ad un servitore dello Stato e alla sua famiglia”.