Sports

L’IFAB e il potere di modificare le Regole del Calcio

Napoli, 25 Agosto – Siamo tutti tifosi dello sport più bello del mondo, siamo tutti bravi a parlare di Calcio, siamo talvolta tutti allenatori e tutti Presidenti di Club Calcistici, ma conosciamo le Regole del Gioco del Calcio e, soprattutto, conosciamo chi può modificarle? La risposta è l’IFAB, cioè l’International Football Association Board (Consiglio Internazionale dell’Associazione Calcistica).

L’Ifab è un organo internazionale, un’associazione di diritto svizzero, istituito a Londra nel 1886, che è composto di soli 8 membri, indipendente dalla FIFA (dal gennaio 2014) e dalle quattro Federazioni britanniche che la compongono (inglese, scozzese, gallese e nord-irlandese). Ha il potere di stabilire qualsiasi modifica e innovazione delle regole del gioco del calcio a livello internazionale e nazionale, vincolando alla loro osservanza tutte le federazioni, organizzazioni e associazioni calcistiche, che svolgono il calcio a livello professionale e dilettantistico, escluso il solo livello amatoriale. Il sistema di voto attuale, adottato dall’IFAB fu deciso nel 1958.

L’organismo è composto da otto membri, quattro nominati dalla FIFA e quattro designati dalle federazioni calcistiche del Regno Unito (federazioni di Scozia, Galles, Inghilterra e Irlanda del Nord). Ciascun membro detiene un voto. Il testo unico del regolamento di gioco del calcio dell’IFAB è vincolante per gli arbitri, gli assistenti dell’arbitro, i calciatori, i dirigenti, sia per il calcio maschile sia per il calcio femminile.

Le regole calcistiche sono tassative in ogni nazione, e possono essere solo integrate a livello nazionale, senza essere modificate, relativamente alle gare fra calciatori di età inferiore ai 16 anni e alle squadre femminili relativamente ad aspetti sottili, quali le dimensioni del terreno di gioco, la circonferenza e materiale del pallone, le dimensioni delle porte, la durata dei periodi di giuoco, le sostituzioni. Per quanto riguarda l’Italia nessun’altra modifica – tranne le suddette – può essere apportata dalla FIGC senza l’autorizzazione dell’IFAB. Ogni modifica o integrazione alla disciplina calcistica deve essere approvata con i 3/4 dei consensi, quindi con 6 voti su 8. Essendo la composizione dell’IFAB di 8 membri, di cui 4 designati dalla FIFA e 4 dalle federazioni britanniche (uno in rappresentanza di ognuna di esse), nessuna decisione di modifica del regolamento calcistico può essere adottata senza il placet della FIFA e di almeno 2 federazioni britanniche.

Questo è il primo tassello per conoscere meglio il gioco del calcio e tutto ciò che ruota intorno ad esso. Conoscere l’Ifab e le sue funzioni, predispone l’amante di questo sport a comprendere meglio il mondo del calcio e la sua complessità. Alla luce di quanto suddetto, avremo una maggiore consapevolezza nel capire il perché, prima dell’inizio dei campionati calcistici, si ha la necessità di modificare il Regolamento, proprio per adeguarlo alle richieste degli addetti ai lavori. Così le modifiche che l’Ifab approva, attraverso le sue Circolari, rappresentano un continuo aggiornamento regolamentare per adeguare la stessa disciplina all’evoluzione tattica e spettacolare del gioco stesso.

 

Andrea Montanino

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa