Comuni

Lettera aperta ai sindaci della Valle del Sarno, Legge 150/2000: “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni” 

Salerno, 2 Settembre – Una lettera aperta ai sindaci della Valle del Sarno per sollecitarli all’attuazione della legge 150/2000 che disciplina la comunicazione nella pubblica amministrazione. L’iniziativa è dell’Assostampa Valle del Sarno che intende sensibilizzare le pubbliche amministrazioni al tema della comunicazione e della trasparenza dell’agire amministrativo. La legge, a 19 anni dalla sua approvazione, resta poco conosciuta dai cittadini e poco applicata dalla p.a., dove spesso si tendono a confondere i ruoli dell’addetto stampa con quello della segreteria o con altre funzioni considerate strategiche. 
Nella lettera (inoltrata di seguito e allegata alla mail), l’Associazione ricorda agli amministratori l’importanza della figura dell’addetto stampa e dei requisiti necessari per il ruolo. 
L’Associazione si è mossa in tal senso anche in memoria di Mimmo Castellano, padre dei giornalisti pubblicisti, che si è battuto per l’approvazione della legge 150/2000 e che ha sempre fortemente creduto nel ruolo fondamentale dei giornalisti inquadrati negli uffici stampa delle pubbliche amministrazioni. 
“La comunicazione – scrive il presidente Barbara Ruggiero nella lettera aperta ai sindaci del territorio – è un settore strategico ed è necessario che sia affidata a professionisti in possesso dei titoli richiesti dalla legge e non da semplici improvvisatori”. 
In chiusura, la richiesta di conoscere quanti e quale figure sono inquadrate sulla base della legge 150/2000 con lo scopo di presentare, successivamente, una mappatura delle pubbliche amministrazioni locali virtuose in termine di comunicazione/informazione istituzionale. 
Lettera aperta ai sindaci della Valle del Sarno
 
La legge in oggetto, in vigore oramai da 19 anni – stabilisce le regole per la comunicazione nella pubblica amministrazione.  Tra le figure previste dalla legge c’è l’addetto stampa: un professionalità ben diversa da chi si occupa di segreteria, comunicazione in senso ampio e relazioni con il pubblico. 
È il caso di ricordare che l’incarico di addetto stampa può essere affidato solo a un giornalista regolarmente iscritto all’Ordine professionale e per cui va applicato uno dei contratti della categoria e che, qualora un soggetto non titolato dovesse svolgere un’attività propriamente giornalistica, potrebbe configurarsi il reato di esercizio abusivo della professione. 
È auspicabile quindi che ogni amministrazione pubblica abbia il suo addetto stampa. 
Nondimeno, nelle piccole realtà, l’ufficio stampa può essere consorziato e quindi al servizio di più comuni: una formula che consente la divisione della spesa e favorisce la collaborazione istituzionale. 
La comunicazione è un settore strategico per la pubblica amministrazione ed è necessario che sia affidata a professionisti in possesso dei titoli richiesti dalla legge e non da semplici improvvisatori. 
È intenzione di questa Assostampa mappare tutte le amministrazioni del territorio della Valle del Sarno che applicano la legge 150/2000: a tal fine vi chiediamo di comunicarci – anche a mezzo pec – quali/quante figure previste dalla legge 150/2000 sono inquadrate nel vostro assetto organizzativo.
Restiamo a vostra completa disposizione e vi ricordiamo che siamo disponibili a offrire un supporto tecnico gratuito qualora doveste ritenerlo opportuno.
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print