Attualità

LE MASSERIE VESUVIANE: Tecnologia, Ambiente e Mobilità

Napoli, 17 Settembre – Un notevole tesoro architettonico ed urbanistico del nostro territorio e’ rappresentato dal patrimonio ambientale rurale sia costruito che naturale. La Campania e’ una regione ricca di episodi di architettura rurale, le famose Masserie Vesuviane e non solo, ove emerge una ricchezza tipologica e morfologica, da preservare, recuperare e valorizzare!

La tutela e la valorizzazione del paesaggio agrario, che nell’area vesuviana trova nelle masserie una delle sue componenti più peculiari, è una necessità culturale ed ambientale oltre che economica e sociale. Il recupero dell’architettura rurale, dovrebbe essere attuato in piena sinergia con la riqualificazione dei centri storici, delle Ville vesuviane e delle emergenze storico-artistiche, in stretta connessione con il Parco archeologico Vesuviano, favorendo così lo sviluppo di quel sistema integrato di risorse culturali in grado di cambiare l’immagine, l’accoglienza turistica, la ricettività del territorio e l’offerta integrata di servizi.

Lo stato di questi preziosi “pezzi” di storia riversa nel più grave stato di abbandono e degrado e in taluni casi deturpati da superfetazioni ed episodi di “Abusivismo” edilizio! Eppure alcuni personaggi politici campani se ne erano occupati, ma poi… 1. Aldo Cennamo, firmatario della proposta al Parlamento di modifica della Legge 578/71 sulle Ville Vesuviane; 2. Paolo Russo, autore della proposta al Parlamento della Legge “Norme per il riconoscimento e la tutela del carattere storico delle masserie vesuviane”; 3. Marco Di Lello, autore della delibera di giunta regionale.

“Criteri ed indirizzi per la redazione del programma triennale regionale”, in ottemperanza della L. 378/2003 “Disposizioni per la tutela della valorizzazione del patrimonio rurale”; 4. Andrea Cozzolino, cofirmatario della proposta di Legge Regionale “Norme in materia di tutela, salvaguardia e valorizzazione dell’architettura rurale Tradizionale”. Che fine hanno fatto tutte le su indicate proposte…??? Bisogna fare qualcosa…le leggi esistono, i finanziamenti europei sono costantemente in essere….COSA ASPETTIAMO?

#NonCapiscoNullaDiNulla

image_pdfimage_print

“Architetto e docente di Tecnologia, vive a Mariglianella, presidente dell’associazione “A.L.T. (Ambiente–Legalità- Territorio) La Fenice”, attivista da anni, impegnato in battaglie sociali, ambientali e politiche a tutela dei cittadini”.