Sports

L’Arzano Volley non si ferma, arriva anche il titolo regionale Under 13

Le ragazze del vivaio centrano il doppio triplete anche in questa stagione

Pontecagnano, 7 Giugno – Dove c’è pallavolo c’è Arzano. Non è uno slogan, ma la piacevole realtà che emerge al termine della doppia tornata di gara relativa all’Under 13. Superando due rivali della provincia salernitana Baronissi e Pontecagnano, l’Arzano Volley conquista anche il titolo regionale.

Un gruppo che fa sorridere il direttore tecnico Antonio Piscopo. Con grande convinzione è stato capace di salire per due volte consecutive in pochi giorni sul gradino più alto del podio. Campionesse regionali al termine della Final Four di Pomigliano d’Arco. Un titolo che segue di pochi giorni quello territoriale conquistato al termina di una autentica giornata di maratona contro pari età del resto della provincia napoletana.

Due affermazioni che consentono alla società arzanese di centrare, per il secondo anno consecutivo, il doppio triplete (titoli territoriali e regionali nelle categorie Under 13, Under 16 ed Under 18).

“E’ un risultato importante e prestigioso per noi tutti – il commento del  coach Antonio Piscopo- che ci ripaga del grosso lavoro fatto sia dallo staff tecnico che dalle ragazze che si sono impegnate ed hanno lavorato in modo impeccabile per la conquista di questo titolo che ci consente di bissare il doppio triplete di titoli di categoria conquistato anche la scorsa stagione.”

Questo l’elenco delle atlete che hanno saputo imporsi in entrambe le competizioni: Gaia De Rosa, Giada Di Giacomo, Francesca Buonfino, Anita Aversano, Sofia Caprio, Giusy Zanfardino, Danila Bevilacqua, Sabrina Annibale, Brunella Fusco. All. Piscopo.

La pallavolo giovanile c’è e continua a indossare i colori dell’Arzano Volley. Un plauso a questo gruppo che va ad incastonarsi in una realtà già coronata di importanti affermazioni. Merito della squadra ma anche della rete come sottolinea il presidente Raffaele Piscopo: “Desidero ringraziare la società AP Partenope Napoli ed in particolare l’amico Gino Saetta, grazie anche alla cui collaborazione, con il prestito di Sofia Caprio, questo obiettivo è stato raggiunto; ed un grazie di cuore va a tutti i tecnici, i collaboratori dello staff e i genitori delle atlete che ci hanno seguito ed incoraggiato, perché questa vittoria è frutto anche della loro passione”.

 

Roberto Esse

image_pdfimage_print

Lascia un commento