Comuni

La seconda edizione del ‘CANAPA DAY’ a Caivano: tutti i benefici della canapa

Caivano, 7 giugno – All’inizio di questa settimana, s’è tenuto l’evento “Canapa Day”, una kermesse organizzata dalla cooperativa Canapa Campana, a Caivano. Ad aprire la seconda edizione dell’appuntamento è stato il Presidente dell’Ordine degli Agronomi di Napoli, dottor Pasquale Crispino.

La canapa sta riscuotendo grande successo e una diffusione sempre maggiore per i benefici che arreca, essendo fonte di benessere e salute. I suoi semi sono ricchi di acidi grassi essenziali, Omega 3 e Omega 6. Le sue caratteristiche risultano benefiche anche per regolare i livelli di colesterolo nel sangue e per mantenere il nostro cuore in salute.

I relatori della manifestazione hanno specificato le proprietà positive della canapa. Il professor Nunzio Fiorentino, docente del dipartimento di Agraria presso l’università Federico II di Napoli, ha spiegato le opportunità di investire sulla canapa nei sistemi agricoli campani, realizzando delle vere e proprie filiere. Vanno testate diverse varietà, da quelle che si trovano in Ucraina a quelle che fioriscono in Francia, valutando la loro risposta sul territorio campano, in special modo sul versante del Mediterraneo, dove il ciclo della coltura può essere più breve ed orientato alla produzione di semi, in base al differente clima. La quantità di acqua da utilizzare periodicamente, la densità di semina, le fasi stagionali di coltura, la concimazione con fogliame sono altri aspetti emersi nel dibattito.

Tra gli altri intervenuti, si ricordano: il professore Salvatore Faugno (dipartimento di Agraria dell’università degli studi di Napoli, Federico II), ha spiegato la meccanizzazione per la raccolta, l’essiccazione, la vagliatura e la premitura del seme di canapa; il professore Vincenzo De Feo (ordinario del dipartimento di Farmacia, università degli studi di Salerno) ha discusso degli aspetti farmaceutici e dei benefici della canapa; il professor Raffaele Sacchi (ordinario della facoltà di Agraria, università degli studi di Napoli, Federico II) ha parlato dei benefici e delle proprietà organolettiche dell’olio di canapa; è poi intervenuto il professore Michele Scognamiglio (specialista in Scienze dell’Alimentazione), oltre al professore Massimo Viscardi (dipartimento di Ingegneria Industriale, università degli studi di Napoli, Federico II), che ha parlato di applicazione della paglia di canapa nella bioedilizia. Dulcis in fundo, all’evento hanno presenziato diversi personaggi noti al grande pubblico, tra i quali il maestro Peppe Vessicchio, musicista e compositore, che per l’occasione ha presentato il “Metodo Freeman”, una sperimentazione agro-musicale che dimostra la fusione dei materiali organici naturali con la frequenza del suono.

Durante l’evento è stato possibile degustare svariati piatti, tutti rigorosamente preparati a base di canapa: dal piatto di lasagna fino ad arrivare al dolce.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print