Comuni

La Questura di Napoli nega i funerali pubblici e le affissioni per la morte del boss Feliciano Mallardo

Borrelli (Verdi): “Decisione sacrosanta, i funerali dei camorristi devono tenersi esclusivamente in forma privata. Spesso le esequie diventano momenti di affermazione del potere criminale”

 

Napoli, 24 Novembre – “Mi ritengo assolutamente concorde con la decisione della Questura di Napoli di negare i funerali in forma pubblica e le affissioni per la morte del boss Feliciano Mallardo. Le esequie si terranno in forma privata all’interno del cimitero di Giugliano. Si tratta di una decisione sacrosanta e di buon senso, assolutamente condivisibile, che andrebbe applicata a tutte le esequie che riguardano i capi della criminalità organizzata.

Spesso e volentieri i funerali finiscono per diventare momenti di affermazione del potere criminale, con agiografie di figure che hanno violentato per anni i nostri territori con i loro interessi delinquenziali. Non si tratta di una vendetta dello Stato ma di un provvedimento intelligente che serve ad evitare la mitizzazione di soggetti che, in vita, hanno fatto ben poco di edificante”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa