Cronaca

La Cassazione dice si al carcere per l’ex sindaco di Scafati

Napoli, 24 Gennaio – Si aprono le porte del carcere per Angelo Pasqualino Aliberti, ex sindaco di Scafati. La Cassazione ha respinto il ricorso presentato dalla difesa per ribaltare l’ordinanza del Tribunale del Riesame di Salerno che aveva avallato la Procura antimafia della misura cautelare in carcere.

Aliberti è indagato per scambio di voto politico-mafioso per le amministrative del 2013 a Scafati per le Regionali del 2015 Tra gli indagati compaiono anche il fratello del sindaco e la moglie, oltre che consigliere regionale Monica Paolino. Accolte dalla Suprema Corte anche le richieste di misura cautelare per Luigi Ridosso (in carcere) e Gennaro Ridosso (ai domiciliari).

Entrambi pregiudicati per associazione di tipo mafioso, omicidio, estorsione e reati in materia di armi, attualmente detenuti, ed elementi di vertice dell’omonimo clan di camorra operante a Scafati e Comuni limitrofi; ritenuti gravemente indiziati di scambio elettorale politico-mafioso, in relazione alle consultazioni elettorali per il rinnovo del Consiglio Comunale di Scafati tenutesi nel 2013.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa