Comuni

Italia e ONU Giornata Internazionale contro la violenza di genere. Anche Brusciano il 25 novembre con “Più Forte, Più Donna!”

Brusciano, 25 Novembre – Lunedì 25 Novembre è la Giornata Internazionale voluta nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare i governi a compiere azioni concrete e volte a contrastare gli atti di violenza di cui le donne sono vittime, ed è stata istituita «partendo dall’assunto che la violenza contro le donne sia una violazione dei diritti umani. Tale violazione è una conseguenza della discriminazione contro le donne, dal punto di vista legale e pratico, e delle persistenti disuguaglianze tra uomo e donna».

Il necessario cambiamento culturale è l’obiettivo delle tantissime iniziative che vengono messe in campo nel corso dell’anno e specialmente per il 25 Novembre come arma aggiuntiva a quella legislativa per vedere l’azzeramento dei tristi e allarmanti dati nazionali. A livello quotidiano, in Italia, 88 donne sono oggetto di atti violenti; ogni 72 ore avviene un femminicidio, quasi sempre per mano del partner e 3 volte su 4 in casa. In Italia ci sono circa 2000 i figli orfani per queste tragedie, che sono sostenuti dai familiari, spesso i nonni, e che finalmente vedranno l’atteso sostentamento economico dello Stato, di 6000 euro all’anno. Lo ha annunciato via Twitter il Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri: «Pronto il decreto ministeriale. I soldi non restituiscono l’affetto mancato ma con dodici milioni da lunedì finanzieremo borse di studio, sperse mediche, formazione e inserimento al lavoro».

Delle volte i bambini non riescono nemmeno a nascere, accomunati nella morte con la futura mamma, come nel femminicidio n. 95 del 2019 registrato in Sicilia alla vigilia della Giornata Internazionale ONU, la vittima, 30 anni e incinta, si chiamava Ana Lacramioara Di Piazza.

Come pure lo scorso luglio l’allora Vicepremier, oggi Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio via Facebook aveva fatto sapere all’Italia: «Il Codice Rosso è legge e le donne italiane e i loro figli, da oggi, possono sentirsi un po’ più al sicuro. Sono orgoglioso del lavoro che stanno svolgendo tutti i miei colleghi». Ed ancora Di Maio, il 10 giugno 2017 a Nola, al convegno “Orfani del Femminicidio”, fra i cui relatori vi era anche l’attuale Senatore Avv. Francesco Urraro, come riportato dal sociologo e giornalista Antonio Castaldo così concludeva: «Questa legislatura vede il più alto numero di donne mai avute in Parlamento. C’è stata la ratifica della Convenzione di Istanbul, ma senza risorse per i centri antiviolenza. Al di là del femminicidio e degli orfani, c’è un problema di reddito del cittadino. Senza redditi alternativi non si denuncia e la donna si preoccupa per sé e per i figli». Tornando alle iniziative attuali, si segnala il successo della campagna di sensibilizzazione lanciata dalla Vicepresidente della Camera dei Deputati Parlamentare, On. Mara Carfagna, nel 2018. “Non è normale che sia normale” la clip oggetto di 23 milioni di visualizzazioni, che ora come canzone rap realizzata dagli studenti dell’Istituto “Copernico-Carpeggiani” di Ferrara rilanciata continuamente da testate giornalistiche, associazioni, youtuber,, come ha fatto quest’ultima settimana “Settetre Music” e “The New Poets” sottolineando che “la Poesia sfida il femminicidio” all’indirizzo Yotube https://www.youtube.com/watch?v=RpDJGSOxd1w .

A Brusciano il Sindaco, Avv. Giuseppe Montanile, ha rivolto via social questo invito: «Il 25 novembre sarà la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza di genere e anche noi abbiamo deciso di organizzare un evento dal titolo “Più Forte, Più’ Donna”, presso la palestra Guido De Ruggiero. Ci sarà un confronto tra le istituzioni, i soggetti del terzo settore e del mondo delle associazioni, ascolteremo la testimonianza della nostra Leandra Romano e al termine assisteremo alla dimostrazione di ‘difesa personale’ del Maestro di Judo, Salvatore Maione. Invito tutti voi a partecipare poiché sarà un bel momento di condivisione e di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere e della lotta al femminicidio. Vi aspetto!». Alle ore 17,00 presso la Palestra Scolastica “Guido De Ruggiero” a Brusciano, in provincia di Napoli, interverranno lo stesso Sindaco Avv. Giuseppe Montanile, la Dottoressa Chiara Sena dell’Associazione “La Casa di Pat”, Leandra Romano che porterà la sua personale testimonianza di vittima di violenza, il Parroco, Don Salvatore Purcaro, le Assistenti Sociali, Francesca Iavarone ed Eleonora Di Palma, la Dottoressa Franca Esposito dell’“Associazione Di.Vo”. Infine ci sarà una dimostrazione di difesa personale con il maestro di Judo Salvatore Maione dell’ASD “Olympia Sport”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa