Comuni

Interventi linee ex Circum (DGR), On. Manfredi:”Grazie a De Luca arrivano 50 milioni. Grande impegno per la città di Nola e il suo territorio”

Riceviamo in esclusiva e pubblichiamo le dichiarazioni dell’on. Massimiliano Manfredi, deputato di spicco del PD, in merito all’approvazione della delibera della Giunta Regionale n. 180 del 3.05.2016, relativa alla riprogrammazione degli interventi sulle linee dell’ex Circumvesuviana.

 

 Manfredi: “Con delibera della Giunta regionale (n. 180 del 3.05.2016), relativa alla riprogrammazione degli interventi sulle linee ex Circumvesuviana, la Regione Campania ha disposto il finanziamento di € 32.260.000,00 per gli interventi di riqualificazione della stazione di Nola e dell’area antistante, e per l’eliminazione dei passaggi a livello sulla linea Napoli-Baiano.

Sono stati inoltre finanziati € 10.000.000,00 per l’automazione, la messa in sicurezza ferroviaria, e la soppressione dei passaggi a livello sulla linea Napoli-Baiano. Una risposta concreta alle sterili polemiche degli ultimi mesi relative al definanziamento degli interventi di interramento previsti sulla tratta Saviano-Feudo-Nola, dettati esclusivamente da motivi amministrativi. Ad ulteriore conferma dell’attenzione del governo regionale al territorio nolano, nell’ambito del progetto Smart Station, saranno successivamente finanziati interventi di riqualificazione, abbellimento e dotazione di sistemi di videosorveglianza per le stazioni limitrofe alla tratta interessata. A questo proposito è bene precisare, a totale destituzione di qualsiasi fantasiosa ipotesi, che la programmazione degli investimenti è stata determinata in seguito ad atti concreti e riscontrabili, quali lo Studio trasportistico dell’Agenzia Campana per la Mobilità sostenibile (ACaM), dedicato all’“Analisi delle frequentazioni sulle linee ferroviarie EAV”, e basata sui dati risultati dalle indagini effettuate dal Consorzio Unico Campania fra il 2012 e il 2015;

 il “Programma degli investimenti strategici per l’ammodernamento e potenziamento della rete ferroviaria regionale” elaborato da EAV, e contenente la proposta di rimodulazione degli interventi da realizzare sulla ferrovia ex Circumvesuviana, mirata a razionalizzare e ottimizzare le risorse finanziarie disponibili, indirizzandole su opere di completamento dei cantieri già avviati e su interventi in grado sia di migliorare gli standard di sicurezza della rete e sia di ridurre l’impatto delle opere trasportistiche sui contesti attraversati, spesso ricadenti in aree sensibili dal punto di vista ambientale e delle preesistenze archeologiche, tra cui sicuramente Nola e Pompei. Sono già in corso contatti tra l’Eav, che redigerà il progetto finale da sottoporre all’iter previsto, la rappresentanza amministrativa e istituzionale del territorio per arrivare in tempi rapidi ad una proposta efficace e il più possibile condivisa. Vincenzo De Luca s’impegna su Nola con 50 milioni. Grazie al presidente della Regione Campania, per il grande segnale di attenzione per la città di Nola ed il territorio limitrofo”.

 Sono le parole del deputato Pd, Massimiliano Manfredi in merito all’approvazione della delibera della Giunta regionale (n. 180 del 3.05.2016), relativa alla riprogrammazione degli interventi sulle linee dell’ex Circumvesuviana, con cui la Regione Campania, ricorda Manfredi, ha disposto il finanziamento di € 32.260.000 per gli interventi di riqualificazione della stazione di Nola e dell’area antistante, per l’eliminazione dei passaggi a livello sulla linea Napoli-Baiano. Sono stati inoltre finanziati € 10.000.000,00 per l’automazione, la messa in sicurezza ferroviaria, e la soppressione dei passaggi a livello sulla linea Napoli-Baiano e messi a disposizione circa 4 milioni di euro presi dal progetto Smart Station per il rifacimento delle stazioni degli altri comuni limitrofi della tratta interessata all’intervento.

“Con quest’atto – afferma il deputato Pd – si dimostra concretamente che non vi era alcuna volontà di frenare un progetto strategico per l’interesse di Nola e di tutto il comprensorio. Così come è bene ricordare che le legittime richieste di chiarimento all’avvocatura dello stato regionale e all’Anac circa la validità dello strumento concessorio per l’opera in essere erano state chieste dai dirigenti regionali, e di EAV della precedente amministrazione regionale, mentre l’attuale amministrazione regionale è stata solo destinataria delle risposte di carattere negative circa lo strumento di affidamento proposto”. “Ora però mettendo da parte inutili polemiche – continua Manfredi – e facendo prevalere l’interesse del territorio e la sinergia istituzionale vi è la possibilità concreta di cogliere tutti gli obiettivi del progetto originario raggiungendoli in maniera meno invasiva e più ecosostenibile. Allargare gli stessi migliorando la vivibilità, attraverso opere aggiuntive, della nostra città, ed allargando il perimetro della riqualificazione e della videosorveglianza anche alle altre stazioni della tratta dei comuni limitrofi”.

“E’ un importante segnale – conclude l’illustre deputato dell’area nolana – che sin da questi giorni sia iniziato il confronto tra l’EAV, disponibile a predisporre il progetto definitivo da sottoporre agli enti locali interessati per l’iter amministrativo previsto dalla legge , ed i rappresentanti amministrativi del territorio, in primis il comune di Nola, al fine di completare tutto il percorso nella massima condivisione, finalmente nel più breve tempo possibile.

 Allo stesso tempo l’affidamento finale, che avverrà tramite gara come da prescrizioni ricevute, sarà gestita dall’EAV con la supervisione dell’Anac, come previsto da protocollo regionale al fine di garantire la massima trasparenza delle operazioni nei tempi più certi possibili”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa