Inter-Napoli 0-1. Un super Napoli annichilisce l’Inter e allunga le mani sul secondo posto

Milano 30 Aprile – Il Napoli sbanca il Meazza battendo l’Inter con un gol di Callejon e approfittando del passo falso della Roma, sconfitta nel derby della Capitale, si piazza ad un solo punto dalla seconda posizione, porta principale per l’accesso diretto alla Champions. Grandissima prova per gli uomini di Maurizio Sarri che fin dal primo minuto di gioco mettono sotto l’Inter con trame di gioco spettacolari, un micidiale pressing a tutto campo e un impressionante giro palla. Protagonista assoluto del match, Lorenzo Insigne, autore di una prestazione da autentico fuoriclasse. Il Napoli, nel momento più delicato della stagione, non fallisce il decisivo appuntamento con la vittoria che potrebbe regalare agli azzurri il biglietto più importante della stagione.

 

LA CRONACA. Assedio Napoli dai primi minuti del match. Gli azzurri attaccano a pieno organico con un impeccabile giro palla. Al 9’ di gioco prima pericolosa occasione per i partenopei. Azione corale. Insigne allunga per Hamsik, il capitano salta un avversario, al limite dell’area, e scaraventa un bolide di poco fuori alla sinistra di Handanovic. Velocità di gioco, perfette verticalizzazioni, il Napoli non lascia scampo all’Inter, padrone assoluto del campo. Al 33’ ancora un’opportunità per gli azzurri di passare in vantaggio. Geniale taglio di Zielinski per Mertens. Il belga si inserisce come un fulmine e sventaglia una sciabolata che fa la barba al palo.

Il gol è nell’aria e si concretizza proprio allo scadere del tempo. Siamo al 42’, Insigne, oggi in giornata di grazia, alza la testa e lancia la sfera nella parte opposta del campo, Nagatomo la perde ingenuamente e consente a Callejon di indirizzare nello specchio della porta difesa da Handanovic una potente e precisa frustata che si insacca nell’angolo basso: 0-1. Il Napoli scende negli spogliatoi con il prezioso vantaggio di un gol.

 

Nel secondo tempo i partenopei tornano in campo con lo stesso atteggiamento: pressing, possesso palla e letali verticalizzazioni che mettono in grande difficoltà la compagine di Pioli. Scocca il 52’ e i partenopei sfiora il raddoppio. Mertens si beve letteralmente un avversario, tenta il tiro casualmente rimpallato da un neroazzurro. La sfera va nella zona di Insigne che spara una saetta all’incrocio, di poco fuori! Il Napoli non molla di un centimetro e al 63’ ancora una sventagliata di Insigne, ma il provvidenziale intervento in tuffo di Handanovic, devia in angolo. Il dominio azzurro è totale. Siamo al 66’ Insigne, praticamente incontenibile, va via sulla sinistra, semina avversari come birilli, ed effettua un lancio chirurgico al centro per Mertens che ubriaca Nagatomo e cede la sfera al nuovo entrato Rog.

La potente mezzala azzurra arpiona la palla e spara una botta sulla quale Handanovic compie il miracolo salvando l’Inter dal definitivo tracollo. Negli ultimi 10 minuti la squadra di Pioli aumenta senza convinzione il ritmo, alla disperata ricerca del gol. Gli uomini di Maurizio Sarri controllano senza grossi problemi fino alla fine, conquistando tre punti fondamentali per la rincorsa al secondo posto.