Politica

Insulti e minacce: Liana Segre sotto scorta

Napoli 7 Novembre – A seguito di minacce alla persona verso la senatrice a vita Liliana Segre il prefetto Renato Saccone ha deciso di assegnarle una scorta a sua tutela.

Oltre di 200 messaggi minatori al giorno e uno striscione di Forza Nuova contro la donna deportata quando era bambina nel 1944; questi sono stati i due motivi principali dell’azione prefettizia.

La causa di tutto ciò è la legge Segre ( accompagnata da altri nomi di spicco del parlamento ) proposta come DDL 362 e approvata lo scorso 30 ottobre al Senato della repubblica con 151 voti favorevoli e 98 astenuti ( centrodestra ). La proposta riguarda la creazione di Commissione parlamentare con quote di Deputati e Senatori con indirizzo di controllo su fenomeni d’intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base di particolari caratteristiche.

Parte del popolo italiano, seppur piccola, ha manifestato con forza la contrarietà a questo decreto legge, dimostrandola proprio con le forme di istigazione all’odio verso persone e “ razze “ citato al suo interno. Situazione in cui il centrodestra, la coalizione Meloni, Salvini, Berlusconi ha deciso di astenersi senza particolari prese di posizioni. Solo Mara Carfagna ( Forza Italia ) ha fatto sapere che non le è piaciuto l’atteggiamento del suo partito dell’astenersi dal votare una legge così importante e promossa da una donna con la storia della Segre. Unica sopravvissuta di 760 bambini deportati ad Auschwitz.

Fratelli d’Italia invece comunica di essersi astenuta perché la legge, per la loro idea, non è contro l’antisemitismo ma con la sua conformazione ambigua è una commissiona volta alla censura politica.

 



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa