Politica

Impronte digitali al posto del cartellino, nota dei Verdi alle Asl della Campania

Verdi Campania:”Da tempo abbiamo chiesto l’installazione in tutti gli ospedali, chieste notizie circa le strutture già dotate dei rilevatori. Servono a rendere la vita difficile ai fannulloni e ai furbetti che rubano lo stipendio”

 

 

Napoli, 9 Luglio – “Riteniamo la misura del rilevatore di impronte digitali un metodo valido per tentare di contrastare con maggiore efficacia i fannulloni e i furbetti che rubano lo stipendio nelle strutture pubbliche, facendo strisciare il badge a qualche collega compiacente. Questo sistema tutela anche coloro che svolgono correttamente il proprio lavoro. Seguiamo con particolare attenzione l’iter del regolamento previsto nella nuova “legge Concretezza” che introduce il nuovo metodo di verifica dell’accesso al lavoro”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanit Francesco Emilio Borrelli. “Da tempo abbiamo chiesto l’installazione dei dispositivi in tutti gli ospedali della Campania. Abbiamo inviato una nota alle Asl e alle aziende sanitarie autonome per chiedere notizia delle strutture che sono state dotate dei rilevatori e dei presidi per i quali è prevista l’installazione a stretto giro. Nelle more dell’approvazione della nuova norma che introduce tale metodo di verifica in tutti gli uffici pubblici è necessario provvedere in maniera prioritaria nei nostri ospedali. Troppo spesso abbiamo assistito a scandali legati alla presenza di furbetti del cartellino nelle strutture sanitarie. In luoghi dove si lotta per salvare la vita alle persone c’è bisogno di una forza lavoro presente e leale nei confronti dell’ente per cui lavora”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print